Mar 18 Giugno 2019 — 09:46

Btp, rendimenti balzano nelle aste del Tesoro



Assegnati 5,63 miliardi sulle scadenze a 3, 7 e 30 anni

Domanda robusta e rendimenti in rialzo, come previsto, nelle aste svolte stamani dal Tesoro sulle scadenze a 3, 7 e 30 anni, oltre all’off-the-run settembre 2046.

I tassi cioè hanno risentito delle recenti turbolenze sui titoli di Stato italiani, con la conseguenza che lo Stato dovrà remunerare di più gli investitori, con questi ultimi ben lieti di spuntare cedole più interessanti.

In tutto sono stati assegnati oggi 5,63 miliardi di euro, poco meno del target massimo prefissato di 5,75 miliardi, a fronte di richieste superiori a 8,4 mld.

Il tasso medio del 3 anni è balzato di 109 punti base all’1,16% da 0,07%, sui massimi da febbraio 2014 con un tasso di copertura (rapporto tra domanda e offerta) di 1,67.

Il rendimento medio del titolo a sette anni è volato ai massimi dal 2014, al 2,37% dall’1,34% di maggio con una domanda pari a 1,34 volte l’offerta.

Il tasso del trentennale con scadenza marzo 2048 ha segnato un rialzo al 3,54% dal 2,88% di aprile (domanda a 1,3 volte l’offerta) e quello con scadenza settembre 2046 è risultato pari al 3,42% con una domanda pressoché doppia all’offerta.

fca renault 17-06-2019 — 10:11

Fca, riaperte le trattative per la fusione con Renault?

Indiscrezioni su colloqui dell’ad Manley a Parigi. Sul tavolo la quota del governo francese e i rapporti con Nissan

continua la lettura