Ven 14 Agosto 2020 — 22:28

Leonardo fa sua Vitrociset, salta accordo Fincantieri



L’ex Finmeccanica esercita il diritto di prelazione e mette le mani su un gruppo di elevata valenza strategica

Il Cda di Leonardo ha deliberato di procedere all’esercizio del diritto di prelazione sull’acquisto del 98,54% di Vitrociset.

Perde quindi di inefficacia l’accordo siglato il mese scorso per l’acquisizione da parte di Fincantieri e Mer Mec. Vitrociset va a Leonardo.

Nei giorni scorsi durante un’audizione alla Camera l’ad Alessandro Profumo aveva preannunciato la possibile iniziativa, in prossimità della scadenza fissata per domani 8 settembre.

Il board, riunitosi giovedì, si era poi aggiornato a oggi pomeriggio e ne è scaturita la decisione che mette in fuorigioco Fincantieri, un’altra controllata pubblica.

L’ex Finmeccanica, titolare dell’1,46% di Vitrociset, aveva un diritto di prelazione sul resto del capitale, il 98,54% che sarebbe dovuto passare a Fincantieri, in tandem con la società pugliese Mer Mec, in virtù dell’accordo siglato lo scorso agosto.

Tale accordo prevedeva l’acquisizione congiunta e paritaria da parte delle due società del 98,54% di Vitrociset, operazione soggetta a diverse condizioni. Una di queste era appunto che Leonardo non esercitasse il diritto di prelazione per rilevare l’intero capitale.

Vitrociset è un’azienda romana di piccole dimensioni ma di elevata valenza strategica per le sue attività nel campo della difesa e della sicurezza. Un mercato evidentemente presidiato dall’ex Finmeccanica, mentre il deal ora tramontato avrebbe aperto nuove opportunità per Fincantieri, colosso della cantieristica navale.

“La mancata acquisizione di Vitrociset non pregiudicherà in nessun modo il raggiungimento degli obiettivi economici e strategici del Gruppo Fincantieri”, il commento a caldo del gruppo guidato da Giuseppe Bono. Fincantieri, spiega la nota, proseguirà con le iniziative, “da tempo avviate, volte ad implementare le competenze nelle attività di supporto logistico richieste dai clienti, fattore questo che si rende sempre più indispensabile per concorrere con successo sui mercati internazionali”.

Leonardo spiega invece che l’operazione, di cui non è noto il valore economico, rafforzerà il gruppo nel suo core business dei servizi, in particolare logistica, Simulation & Training e operazioni spaziali, incluso il segmento Space Surveillance and Tracking. Inoltre, tale iniziativa consentirà di “consolidare la filiera nazionale nel settore dell’aerospazio, difesa e sicurezza, aumentandone la competitività con prospettive di mercato significative”.

Controllata sinora dalla famiglia Crociani, Vitrociset ha 989 dipendenti, di cui circa 630 in Italia, e nel 2017 Vitrociset ha generato ricavi per circa 163 milioni di euro e ordini per 236 milioni.

Da osservare che allo stesso tempo “in un secondo momento saranno valutati i più opportuni assetti societari, anche contemplando la possibilità di ingresso di altri attori, in grado di contribuire al miglior posizionamento di Vitrociset nei business di riferimento”.

Borsa milano oggi 13-08-2020 — 08:07

Borsa italiana oggi: Atlantia, Mediaset

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

continua la lettura