Mar 07 Aprile 2020 — 13:25

Carige: Malacalza si rafforza e schiera Modiano presidente



Il principale azionista sale al 23,95% del capitale e presenta una lista di alto profilo per sfidare Mincione nell’assemblea del prossimo 20 settembre. Probabile ad Innocenzi (Ubs)

Malacalza Investimenti è salita dal 20,6% al 23,95% del capitale di Carige, e ha presentato una lista ricca di nomi di alto profilo per sfidare l’azionista Raffaele Mincione nell’assemblea del prossimo 20 settembre e mantenere la presa sulla banca ligure.

Tutto ciò mentre l’ex-sindaco di Genova Giuseppe Pericu si è dimesso questa sera con effetto immediato dal cda, facendolo decadere dopo le numerose dimissioni che si sono susseguite nel corso delle ultime settimane. Il board resterà così in carica per l’amministrazione ordinaria fino all’assemblea.

La lista di Malacalza per il rinnovo del cda schiera Pietro Modiano, attuale presidente della Sea, indicato per la presidenza di Carige, mentre Fabio Innocenzi, attuale numero uno di Ubs in Italia, potrebbe ricoprire la carica di ad.

L’economista Lucrezia Reichlin, ex direttore generale per la ricerca della Bce ed ex-consigliere Unicredit, attualmente docente alla London School of Economics, è invece indicata come vicepresidente.

Modiano è stato anche direttore generale di Intesa Sanpaolo e vicedirettore generale di Unicredit.

La lista è stata presentata in buon anticipo rispetto alla scadenza del 26 agosto, mentre cresce l’attesa per i nomi che intende schierare Raffaele Mincione, titolare del 5,4% di Carige e pronto a salire fino al 9,9%. Fra i nomi prescelti dall’investitore non dovrebbe mancare quello dell’ad uscente Paolo Fiorentino, entrato invece in rotta di collisione con Vittorio Malacalza, che lo aveva arruolato poco più di un anno fa.

Una lista di minoranza, composta da Giulio Gallazzi, Angelo Busani e Sonia Peron, è stata invecepresentata da una serie di fondi e investitori, tra cui Alleanza Assicurazioni, Generali Italia, Intesa Sanpaolo Vita e Planetarium Fund Anthilia Silver, con in mano oltre il 2,9%.

Inoltre l’imprenditore Aldo Spinelli, azionista con poco meno dell’1%, ha confermato la sua intenzione di allearsi con l’altro grande azionista, quel Gabriele Volpi titolare di quasi il 10% e considerato ago della bilancia dello scontro tra Vittorio Malacalza e Raffaele Mincione.

Nella lista di Malacalza figurano anche i nomi di Stefano Lunardi, Salvatore Bragantini, Francesca Balzani, Lucia Calvosa (già consigliere indipendente in Tim), Chiara Del Prete, Luisella Bergero e Stefano Dagnino.

In Borsa Carige ha chiuso oggi sulla parità.

Borsa milano oggi 07-04-2020 — 11:15

Borsa Milano oggi in gran spolvero. Bene Fca, Leonardo

Piazza Affari, assieme agli altri listini internazionali, vede così rafforzarsi il recupero nella convinzione che sia stato raggiunto il picco nella pandemia di Covid

continua la lettura