Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: acquisti su Mps, Enel. Upgrade per Ovs - Finanza Report

Mar 21 Maggio 2024 — 00:59

Borsa italiana oggi: acquisti su Mps, Enel. Upgrade per Ovs



DIRETTA NEWS / Taglio Fed appare sempre più lontano, nuovi dati in agenda

borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi prosegue il rimbalzo, mentre anche Wall Street è in cerca di riscatto all’indomani di una nuova seduta nervosa e volatile. Il mercato ha ormai ridimensionato le sue aspettative sulle prossime mosse della Fed, ipotizzando ora che il primo taglio dei tassi americani potrebbe arrivare solo a settembre. Da parte sua la Bce potrebbe avviare l’allentamento a giugno, mentre le decisioni successive saranno prese meeting dopo meeting. L’agenda macro oggi è concentrata negli Stati Uniti con le richieste settimanali di sussidio, l’indice Philadelphia Fed di aprile e le vendite di case esistenti di marzo.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,74% a 33.881 punti

Le borse europee prendono slancio nel finale e chiudono la seduta in territorio positivo, in scia anche all’andamento di Wall Street che sembra cogliere un rimbalzo.

Gli investitori sono incoraggiati dalla speranza che la Bce possa procedere con un taglio dei tassi a giugno; vanno proprio in questo senso le parole del vice presidente della Bce, Luis de Guindos, che ha ribadito l’apertura di un taglio dei tassi a giugno se la traiettoria dell’inflazione fosse confermata. Più difficile invece fare previsioni sulle prossime mosse delle Federal Reserve anche alla luce del dato sulle nuove richieste dei sussidi disoccupazione che al sei aprile sono rimaste invariate a 212.000, a fronte di una stima di 215.000.

Venendo ai singoli titoli di Piazza Affari, in cima al listino Prysmian che chiude a +3,2%, seguita da Mps (+3,1%) che a sua volta trscina tutto il comparto bancario (Unicredit e Bper +2%; Popolare Sondrio +1,7%). Fronte opposto per Saipem (-1,9%), Cucinelli (-1,85%) e Tim (-1,8%) che continua a risentire delle frizioni in vista dell’assemblea per la nomina del cda.

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 18 aprile 2024.

Ore 16:00 – Banco Bpm +1%, Dbrs vede trend positivo

Dbrs Morningstar ha rivisto il Trend di Banco Bpm da Stabile a Positivo, confermando tutti i principali rating nella categoria investment grade. Questa azione di rating, precisa una nota, segue l’upgrade di un gradino effettuato nell’ottobre 2022 e riflette i recenti e continui miglioramenti della redditività e della qualità degli attivi. Valutazione positiva anche in relazione al rafforzamento del modello di business, al solido profilo di funding e di liquidità e alla solida posizione patrimoniale. Il giudizio di Dbrs, aggiunge l’istituto, si aggiunge ai positivi cambiamenti nei rating recentemente apportati nelle valutazioni di Banco Bpm da Fitch e Moody’s.

Sempre oggi gli analisti di Equita in un report sulle banche italiane hanno migliorato il target price su Banco Bpm dell’8% a 6,60 euro, confermando la raccomandazione hold.

Ore 14:45 – Future WS cauti, Deutsche Bank taglia Tesla

Future di Wall Street appena sopra la parità nell’ennesimo tentativo di digerire le indicazioni del presidente della Fed Powell, che l’altro giorno ha indossato i panni del “falco” avvertendo che potenziali tagli dei tassi sarebbero prematuri.

Fra i singoli titoli, Tesla cede un -2,5% in premarket dopo il downgrade di Deutsche Bank che ha tagliato il rating sul produttore di auto elettriche da buy a hold e ridotto il prezzo obiettivo da 189 a 123 dollari per azione. Il broker spiega che il ritardo nella produzione di Model 2 “crea il rischio che non ci sia nessun nuovo veicolo nella gamma consumer di Tesla per il prossimo futuro, il che eserciterebbe una continua pressione al ribasso su volumi e pricing per molti altri anni”.

Bene Alcoa dopo i conti trimestrali. Un report di Morgan Stanley ha promosso Ebay (+4% in premarket) direttamente da underweight a overweight, mentre Etsy (-5%) passa a sottopeso da equal weight.

Ore 12:50 – Borsa italiana resiste sopra la parità

Il Ftse Mib, sebbene zavorrato da prese di profitto su petroliferi e Leonardo (-3%), resiste sopra la parità (+0,13%).

In cima al listino principale una pattuglia di titoli fra cui Banca Monte Paschi Siena, Prysmian, Campari, Enel, con rialzi di circa il 2%, in una giornata influenzata anche da diverse raccomandazioni di Borsa.

Tagli Fed solo rimandati, Ubs

Nel daily comment di oggi, Mark Haefele, Chief Investment Officer, UBS Global Wealth Management, segnala che il rendimento dei Treasury statunitensi a 10 anni è vicino ai massimi dopo che i commenti del presidente della Fed Jerome Powell hanno alimentato la preoccupazione che i tassi possano rimanere più alti ancora a lungo. Tuttavia, con i tagli dei tassi rimandati, piuttosto che annullati, si prevede ancora che il rendimento del Treasury USA a 10 anni chiuderà l’anno intorno al 3,85%, in calo rispetto all’attuale 4,59%. Una volta che la Fed inizierà a tagliare i tassi quest’anno, il mercato obbligazionario continuerà probabilmente a prezzare una sequenza di ulteriori tagli fino al 2025 e oltre.

Ore 11:10 – Brunello Cucinelli -0,8%, pochi spunti dai conti

Brunello Cucinelli -0,8% a 99,05 euro dopo ricavi del primo trimestre in crescita del 16,5%, sostanzialmente in linea con le attese, così come l’outlook che conferma una crescita quest’anno intorno a +10%. Ubs conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 120 euro spiegando che i numeri sono stati dell’1% superiori alle attese della banca d’affari e del 3% rispetto al consensus.

Ore 10:15 – Upgrade per Ovs (+8%)

Upgrade di Equita sulle azioni Ovs dopo i conti dell’esercizio chiuso dalla catena retail il 31 gennaio 2024. La Sim ha alzato la raccomandazione su Ovs (+7,81% a 2,32 euro) da hold a buy e il prezzo obiettivo sul titolo da 2,80 a 3,10 euro. Il broker cita “risultati 2023 senza sorprese ma buon momentum sulle vendite”, nonché “valutazioni interessanti” vista la sottoperfomance del titolo rispetto al mercato e ai peer negli ultimi 12 mesi.

Ore 9:45 – Ftse Mib +0,30% a 33.733 punti

La Borsa di Milano viene trainata dalle banche che beneficiano di uno scenario di tagli dei tassi più graduali del previsto; bene Mps e Bper appaiate a +1,6%.

Bene però anche il risparmio gestito con Mediolanum sopra 1 punto percentuale; e le utilities con Enel a +1,4%.

Sul fondo i petroliferi con Saipem a -2%.

Fuori dal Ftse Mib in spolvero Mfe dopo risultati e dividendo salutati dal mercato con rialzi fino a +8%.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, conti in linea con le attese per Brunello Cucinelli, che archivia il primo trimestre con ricavi in aumento del +16,5% a 309,1 milioni, Confermata la guidance intorno a +10% nell’intero 2024.

Possibili spunti su Stm dopo i numeri trimestrali del colosso Taiwan Semiconductor (Tsmc) usciti stamattina sopra attese.

Da segnalare i risultati 2023 di Mfe, con un’anticipazione positiva sulla raccolta pubblicitaria del primo trimestre. L’ex Mediaset ha chiuso il 2023 con un utile netto reported di 209,2 milioni da 216,9 un anno fa. Escludendo il contributo della partecipazione in Prosiebensat, l’utile netto è stato di 217,5 milioni (+17,7%). Il risultato operativo è migliorato del 7,9% a 302,3 milioni. I ricavi netti consolidati sono stati pari a 2,18 miliardi a livello di gruppo con una crescita dello 0,3% sul 2022 grazie al +0,9% della raccolta pubblicitaria lorda. Inoltre secondo quanto aveva anticipato ieri sera l’amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi in un’intervista al TG5, i ricavi pubblicitari del gruppo hanno registrato un incremento del 6% nei primi tre mesi del 2024, superando le previsioni di un +5%. Tornando ai conti approvati dal cda, è stata proposta la distribuzione di un dividendo di 0,25 euro per ciascuna azione ordinaria di categoria A e di categoria B (0,05 euro la cedola staccata l’anno scorso).

Ovs ha chiuso l’esercizio 2023 – terminato il 31 gennaio 2024 – con vendite nette a 1,536 miliardi, di cui 433,1 milioni nel solo quarto trimestre con un Ebitda rettificato negli ultimi tre mesi di 60,7 milioni. Per quanto riguarda i primi mesi dell’esercizio 2024, le vendite sono in crescita di circa il 5% rispetto al già robusto andamento registrato nello stesso periodo del 2023, fa sapere la società. Il cda ha proposto un dividendo di 0,07 euro per azione e ha deliberato l’estensione dell’attuale piano di buyback per altri 20 milioni di euro.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Citigroup hanno alzato il target price su Buzzi da 32 a 38 euro, confermando il rating neutral.

Frenata a marzo per le immatricolazioni auto europee (Ue+Efta+Regno Unito) con -2,8% secondo i dati Acea; il gruppo Stellantis registra un calo di -8,7%.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,72 a 33.632 punti). La Borsa italiana è stata trainata dalle banche (in particolare Bp Sondrio); sul fondo Leonardo che ha scontato prese di profitto.

Wall Street ha invece chiuso ieri negativa, sopraffatta dai timori di una stretta prolungata da parte della Fed, al punto che dopo gli avvertimenti del presidente Powell il mercato non si aspetta un taglio dei tassi fino almeno a settembre.

Secondo il Beige Book pubblicato ieri sera l’attività economica negli Stati Uniti è aumentata leggermente nelle ultime sei settimane. L’aumento dei prezzi è stato modesto, in media, ed equivalente a quello dei mesi precedenti. L’outlook sull’economia resta cautamente ottimistico. E’ attesa un’inflazione stabile a un passo lento, ma in alcuni distretti è aumentata la percezione di rischi in aumento nel breve periodo.

L’agenda macro oggi è densa di dati soprattutto negli Stati Uniti, con le richieste settimanali di sussidio, l’indice Philadelphia Fed di aprile e le vendite di case esistenti di marzo.

I future Usa trattano stamattina sopra la parità.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,31% a 38.079 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro rimbalza a 1,0670; il petrolio è poco mosso con il Brent a 87 dollari e il Wti a 82 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,12% a 37.753 punti, S&P 500 -0,58% a 5.022 punti, Nasdaq -1,15% a 15.683 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni trading broker borsa 20-05-2024 — 10:45

Raccomandazioni dei broker del 20 maggio 2024

Ecco i nuovi rating e target price di giornata

continua la lettura
Telegram Finanza Report