Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: Mps va a sentenza, Erg incassa downgrade - Finanza Report

Mer 24 Aprile 2024 — 13:57

Borsa italiana oggi: Mps va a sentenza, Erg incassa downgrade



DIRETTA NEWS / Cresce l’attesa per i meeting di Fed (domani e mercoledì) e Bce (giovedì)

Borsa italiana oggi

Borse oggi poco mosse in avvio di una settimana cruciale che vede fra l’altro in agenda i meeting di Fed e Bce, con i rispettivi verdetti attesi rispettivamente per mercoledì e giovedì. Intanto domani si conosceranno i numeri dell’inflazione americana di novembre. Le banche centrali dovrebbero archiviare la stagione dei rialzi dei tassi, mentre il mercato scommette sui primi tagli del costo del denaro entro la prima parte dell’anno. (Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news).

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,08% a 30.426 punti

Piazza Affari sulla parità in attesa dell’inflazione americana e dei meeting Fed e Bce. Listini poco mossi anche nel resto d’Europa e a Wall Street. A Milano svelta Fineco con un rialzo di oltre il 5%,, mentre il Monte dei Paschi chiude a circa +3%.

Lo spread si amplia leggermente sopra 180 punti base con il rendimento del decennale italiano stabile a 4,06%.

Ore 15:20 – Borsa italiana oggi poco mossa

A metà pomeriggio la Borsa di Milano si conferma poco mossa con il Ftse Mib in frazionale calo (-0,03%) mentre il resto d’Europa procede in ordine sparso e i future di Wall Street preannunciano un’apertura piatta.

Bene Fineco, come detto, a +4% dopo la raccolta di novembre migliore delle attese.

In evidenza inoltre Mps (+2,8%) dopo la sentenza di assoluzione per Profumo-Viola nonché la stessa banca al processo d’appello a Milano sul caso dei derivati Santorini e Alexandria.

Fra le odierne raccomandazioni dei broker, pesa il downgrade di Morgan Stanley ai danni di Erg (-2%) che secondo la banca americana appare oggi “pienamente valutata” dal mercato.

Ore 14:30 – Mps +3,5%, assolti in appello Profumo e Viola

“Il fatto non sussiste”. La sentenza d’appello pronunciata nella tarda mattinata di oggi ribalta la condanna a sei anni decisa in primo grado per gli ex vertici Profumo e Viola. Per la banca senese si profila un ulteriore taglio dei rischi legali che gli analisti di Mediobanca stimano fino a 550 milioni. Il titolo accelera con un rialzo di oltre il 3%.

Ore 12:45 – Banco Bpm in rialzo, domani il piano

Banco Bpm +0,26% a 5,002 euro a metà seduta, in vista del piano al 2026 che sarà presentato domani e per cui gli analisti guardano soprattutto al flusso di dividendi.

Intanto venerdì sera Banco Bpm ha diffuso i nuovi requisiti Srep che l’istituto dovrà rispettare per il 2024: il livello minimo del Cet1 è indicato dalla Bce al 9,07%, rispetto all’8,7% del 2023, mentre al 30 settembre il Cet1 di Banco Bpm era del 14,33%.

Ore 11:30 – Fincantieri -2% nonostante contratto in Giappone

Titolo nel mirino di prese di profitto nonostante l’ann7ncio che Vard, controllata norvegese del Gruppo Fincantieri, ha firmato un contratto per la progettazione e costruzione di una nave posacavi ibrida di ultima generazione altamente personalizzata con l’azienda leader giapponese Toyo Construction. Il valore del contratto è di oltre 200 milioni di dollari.

Ore 11 – Svetta Fineco

Allungo delle azioni FinecoBank dopo i numeri sulla raccolta di novembre migliori delle attese. Il titolo guadagna oltre il 4% contro il -0,2% circa del Ftse Mib.

Nel mese di novembre la raccolta netta, spiega una nota, si attesta a 287 milioni, mentre l’accelerazione del numero di nuovi clienti si mantiene sui livelli elevati dello scorso mese. L’asset mix vede una robusta componente gestita a 214 milioni: Fineco Asset Management registra una raccolta retail di 238 milioni, a conferma della capacità di intercettare i deflussi dall’assicurativo ( -206 milioni). La componente amministrata è negativa per 313 milioni, mentre la raccolta diretta è positiva per 386 milioni, un dato che include anche la stagionalità legata al pagamento delle imposte nel mese (560 milioni).

I ricavi del brokerage sono stimati per il mese di novembre a 15 milioni, un dato in crescita di circa il 30% rispetto alla media dei ricavi mensili tra il 2017 e il 2019. Da inizio anno i ricavi del brokerage sono stimati in circa 172 milioni.

Alessandro Foti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Fineco, dichiara: “I dati positivi relativi alla raccolta di novembre evidenziano non solo il successo delle soluzioni di investimento introdotte nella seconda metà dell’anno, ma confermano allo stesso tempo la capacità di Fineco di offrire ai risparmiatori gli strumenti adeguati ad affrontare ogni fase di mercato. I prodotti a disposizione dei consulenti finanziari, tra cui quelli ideati da Fineco Asset Management, rispondono efficacemente alle necessità di lungo periodo della clientela, mentre la piattaforma di brokerage completa l’offerta. Tutto questo è rafforzato dalla sensibile accelerazione del numero di nuovi clienti, che conferma l’attrattività del nostro modello”.

Ore 10:30 – Ftse Mib -0,12% a 30.365 punti

Piazza Affari consolida dopo il +1,6% della scorsa ottava. Brilla ancora Recordati (+1,7%), già fra i protagonisti la scorsa settimana con un rialzo di oltre il 5%.

Fra le odierne raccomandazioni di Borsa, Erg -2% dopo che Morgan Stanley ha tagliato il rating sul titolo da equal weight a underweight e il target price da 26,80 a 27,30 euro.

Sull’obbligazionario, spread Btp/Bund sostanzialmente stabile a 179 punti con il rendimento del decennale italiano a 4,04%.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Mps nel giorno della sentenza al processo d’appello che vede alla sbarra a Milano gli ex vertici Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, condannati in primo grado a 6 anni per la vicenda dei derivati Santorini e Alexandria. Una verdetto di assoluzione consentirebbe alla banca di tagliare ulteriormente i rischi legali. Gli analisti di Mediobanca hanno stimato che il Monte dei Paschi potrebbe in questo caso smobilizzare accantonamenti fino a 550 milioni.

Sempre nel comparto bancario, possibili spunti su Banco Bpm alla vigilia della presentazione del nuovo piano industriale.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Morgan Stanley ha tagliato Erg da equal weight a underweight e il prezzo obiettivo sul titolo da 26,80 a 27,30 euro.

Gli analisti di Morgan Stanley hanno anche alzato il target price su Stellantis da 20 a 24 euro, confermando il rating overweight.

Citigroup ha alzato il prezzo obiettivo su Enel da 6,50 a 7,29 euro, confermando il buy.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere in buon rialzo (Ftse Mib +0,94% a 30.403 punti). La Borsa italiana, galvanizzata dalle prospettive di futuri tagli dei tassi da parte delle banche centrali, ha archiviato la settimana con un +1,6% mentre il consuntivo da inizio anno è un +28,25%. In evidenza nell’ottava soprattutto Moncler, Recordati, Prysmian e Pirelli con rialzi di oltre il 5%; fanalino di coda Saipem (-7% nella settimana).

Cresce l’attesa per le riunioni di Fed (domani e mercoledì) e Bce (giovedì), che dovrebbero sancire quanto meno la fine della stretta monetaria, e fornire indizi sulle prossime mosse, oltre a illustrare le stime trimestrali aggiornate.

L’agenda macro non prevede oggi dati particolarmente rilevanti, ma la settimana entrerà domani nel vivo con in numeri dell’inflazione americana di novembre.

Da segnalare i dati sull’inflazione di novembre in Cina, che sabato hanno mostrato una contrazione dello 0,5% sia su anno sia su mese (il consensus per entrambi era -0,1%) evidenziando il momento di difficoltà per la seconda economia mondiale.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +1,50% a 32.791 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0760; il petrolio tenta un rimbalzo con il Brent a 76 dollari e il Wti a 71 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso venerdì sera nuovamente positiva, per nulla preoccupata dal recupero dell’occupazione Usa a novembre che potrebbe ritardare l’allentamento della Fed: Dow Jones +0,36% a 36.247 punti, S&P 500 +0,41% a 4.604 punti, Nasdaq +0,45% a 14.403 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

Borsa italiana oggi 24-04-2024 — 08:45

Borsa italiana oggi: Stm, Eni, Recordati, Sanlorenzo

DIRETTA NEWS / Spunti da trimestrali, M&A e indicazioni analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report