Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: bene Mps e Bper, giù Italgas - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 17:07

Borsa italiana oggi: bene Mps e Bper, giù Italgas



DIRETTA NEWS / Focus su agenda macro, discorso di Powell

Borsa italiana oggi

Le Borse confermano oggi l’intonazione cautamente positiva in vista del prossimo allentamento da parte delle banche centrali. Ancora brillante Piazza Affari.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 14 maggio 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,96% a 35.151 punti

Nuova chiusura positiva per Piazza Affari con il Ftse Mib che aggiorna il record dal 2008 e sfonda la soglia dei 35mila punti, spinto dalle banche. In ordine sparso le altre Borse europee, con Madrid in convinto rialzo, Parigi e Londra in moderato aumento e Francoforte e Amsterdam più frenate.

fascia dimagrante

Sul fronte macro, nessuna indicazione di particolare rilevanza da parte del presidente Fed Powell, secondo cui è “probabile” che i tassi restino fermi nella prossima riunione di giugno.

L’azionario tricolore è stato dominato dalle banche dopo che il presidente francese Macron in un’intervista a Bloomberg Tv ha aperto a fusioni crossover in Europa nel settore. Bper è salita del 5%, Mps del 3%, Banco Bpm del 2,8% spinta anche da valutazioni aggiornate di Morgan Stanley. Sprint di Saipem (+3,1%) dopo la debolezza della vigilia e di Iveco (+3,1%). Segno meno per le utilities con Terna a -1,8%, Italgas -1,7% dopo l’offerta vincolante per 2i Rete Gas, la stessa Hera (-0,8%) in scia alla trimestrale. In controtendenza A2a (+0,5%) dopo la revisione al rialzo della guidance.

Ore 16:00 – Fincantieri +3%, trimestrale ok

Fincantieri accelera a metà pomeriggio dopo conti del primo trimestre chiuso con un Ebitda a 100 milioni (+15,8%) su ricavi stabili a 1,767 miliardi (+0,2%); il margine al 5,7% risulta in miglioramento dal 4,9% di un anno fa. Carico di lavoro complessivo a livelli record pari a 39,3 miliardi, circa 5,1 volte i ricavi realizzati nel corso del 2023, con un soft backlog pari a 17,3 miliardi. A fine marzo l’indebitamento finanziario netto si attesta a 2,413 miliardi (2,92 miliardi a marzo 2023 e 2,27 miliardi a dicembre 2023). Fincantieri conferma i target per il 2024: Ricavi a circa 8 miliardi in crescita di circa il 4,5%; Marginalità intorno al 6% e in crescita di un punto percentuale rispetto al 2023; Rapporto di indebitamento (PFN/EBITDA) tra il 5,5 e il 6,5x .

Ore 15:30 – Wall Street: apertura positiva, GameStop ancora senza freni

Wall Street apre poco mossa con gli indici principali comunque sopra la parità. Sul fronte macro, i prezzi alla produzione di aprile sono usciti a +0,5% su mese, sopra il consensus che indicava un +0,3%, mentre la performance su base annua di +2,2% è in linea con le aspettative. Possibili spunti dalle parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che nel pomeriggio interverrà in un panel organizzato nel corso di un evento bancario ad Amsterdam. Cresce l’attesa per i prezzi al consumo che saranno diffusi domani.

Fra i singoli titoli, GameStop resta sotto i riflettori con un incredibile balzo di +98% che si somma al +74,4% della vigilia, dopo il ritorno in auge delle cosiddette meme stocks; ne approfitta anche Amc Entertainment Holdings che raddoppia e oltre il suo valore (+120%); le vendite prendono di mira il titolo americano del colosso cinese dell’ecommerce Alibaba (-6%) dopo i conti; bene invece Sony (+7%) che ha chiuso il trimestre con ricavi sopra attese, anche se l’utile operativo è uscito leggermente peggiore delle stime; avvicendamento alla guida del cloud di Amazon (-1%) dove il ceo dimissionario Adam Selipsky lacerà il posto il mese prossimo a Matt Garman, attuale senior vice president of sales and marketing alla divisione Amazon Web Services.

Ore 13:20 – Borse Europa in ordine sparso

Borse europee contrastate a metà seduta, con il Ftse Mib di Milano che mette a segno un rialzo dello 0,54% al traino delle banche. Più cauti gli altri indici del Vecchio Continente con il Ftse 100 di Londra a +0,07%, il Cac di Parigi a -0,06%, Dax di Francoforte -0,17%, con l’indice Zew sulle aspettative economiche tedesche sopra le attese (47,1 la lettura di maggio da 42,9 punti di aprile), Aex di Amsterdam -0,02%; in rialzo l’Ibex di Madrid (+0,18%), che però riduce i guadagni di inizio seduta.

Ore 12:00 – Carel Industries -5%, scure Goldman Sachs

Carel Industries nel mirino delle vendite (-4,84% a 17,68 euro) dopo un downgrade targato Goldman Sachs. Il broker americano ha tagliato la raccomandazione sul titolo dello Star da buy a neutral e il target price da 21,60 a 18,60 euro.

Ore 11:45 – Italgas -0,8%, ceo Gallo difende operazione 2i Rete Gas

Italgas cede meno di un punto percentuale, negativa ma in netto recupero dai minimi della mattinata. Il ceo Paolo Gallo in conference ha sottolineato i razionali strategici della potenziale acquisizione di 2i Rete Gas, per la quale è stata formulata un’offerta non vincolante, concordando un periodo per trattare in esclusiva. “Rafforzare la posizione di leadership di Italgas come player della distribuzione in Europa a supporto della transizione energetica e condividere le migliori capacità di digitalizzazione e know-how con molteplici opportunità di sinergie”, ha spiegato il manager.

“Oggi non siamo in grado di dare dettagli sull’offerta per ovvie ragioni, visto che si tratta di una transazione confidenziale. Li daremo se troveremo un accordo. Questo è anche il motivo per cui abbiamo deciso di spostare la presentazione del piano industriale”, ha aggiunto Gallo, che ha anche ricordato come l’operazione verrebbe finanziata con un prestito bridge sottoscritto da Jp Morgan, a fronte dell’obiettivo di preservare il rating di Italgas.

A lasciare freddi gli analisti è proprio la sostenibilità dell’operazione, a fronte di un valore ipotizzato dalla stampa di 4/5 miliardi.

Ore 11:10 – Stellantis +1,5%, nel vivo partership con Leapmotor

A Piazza Affari prosegue la fase di ricoperture su Stellantis dopo lo scivolone seguito ai dati del primo trimestre. Intanto l’accordo vincolante tra Stellantis e la cinese Leapmotor, siglato a ottobre 2023, entra nella fase operativa e, a partire da settembre, i veicoli del gruppo cinese cominceranno a essere venduti in Europa. “Cominceremo portando i veicoli Leapmotor in nove Paesi, compresa l’Italia, la Francia, il Belgio, la Spagna e il Portogallo. Il piano di vendita sarà supportato da almeno 200 punti vendita, le concessionarie Stellantis & You saranno parte integrante di questa distribuzione. Partiremo a settembre 2024”, ha detto l’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, durante la conferenza stampa congiunta con Zhu Jiangming, fondatore e Ceo di Leapmotor.

Ore 9:45 – Ftse Mib +0,10% a 34.850 punti

In evidenza le banche, guidate da Mps e Bper sopra il 2%: a ispirare le ricoperture sono probabilmente anche le parole del presidente francese Macron sul risiko europeo. Bene anche Banco Bpm (+1,3%) su cui gli analisti di Morgan Stanley hanno alzato il prezzo obiettivo da 6,80 a 7,10 euro, confermando la raccomandazione overweight.

Fanalino di coda invece Italgas (-2,6%) dopo i conti trimestrali ma anche l’esclusiva per l’acquisizione di 2i Rete Gas, operazione che l’utility dovrà finanziare e per cui non si esclude un aumento di capitale.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano Italgas ha diffuso i conti e annunciato l’accordo di esclusiva per trattare l’acquisto di 2i Rete Gas. In particolare, i soci F2i Sgr e Finavias Sarl (Apg Asset Management e Ardian) hanno concesso a Italgas “un periodo di esclusiva per effettuare una due diligence finalizzata alla formulazione di un’offerta vincolante”. In caso di intese vincolanti, Italgas ricorrerà a un finanziamento “bridge”, garantito da Jp Morgan, il cui rifinanziamento potrà avvenire tramite una combinazione di strumenti di equity, debito o “equity like” con l’obiettivo di mantenere l’attuale profilo di rating. Intanto è stata rinviata la presentazione del nuovo piano industriale inizialmente prevista il 12 giugno. Quanto ai risultati, Italgas ha chiuso il primo trimestre con una crescita dell’utile netto a 117,6 milioni (+13,5%), mentre gli investimenti tecnici sono calati da 175,1 a 160,9 milioni.

Sono previste oggi le trimestrali di altre utilities quali A2a, Hera.

In calendario anche i cda di Acquafil, Arnoldo Mondadori Editore, B&C Speakers, Bialetti Industrie, Biesse, Cairo Communication, Cembre, Cy4Gate, Digital Bros, Enav, Equita Group, Fila, Fincantieri, Fnm, Gabetti Property Solutions, Geox, Gvs, Il Sole 24 Ore, Ivs Group, Marr, Mondo Tv, Openjobmetis, Piovan, Reply, Sabaf, Saes Getters, Saras, Servizi Italia, Sol, Technoprobe, Tinexta, Trevi.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Morgan Stanley hanno alzato il target price su Poste Italiane da 14,20 a 14,80 euro, confermando il rating overweight.

Morgan Stanley ha inoltre migliorato il prezzo obiettivo su Banco Bpm da 6,80 a 7,10 euro, confermando overweight.

Morgan Stanley ha poi alzato il target su Mediobanca da 16,40 a 16,90 euro; overweight.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere nuovamente in rialzo (Ftse Mib +0,46% a 34.815 punti). La Borsa italiana è stata trainata da ricoperture su Stellantis, che ha beneficiato di giudizi positivi dopo i conti; sul fondo Leonardo e Iveco nel mirino di prese di profitto.

Cresce l’attesa per i numeri dell’inflazione Usa di aprile, che saranno diffusi domani, mentre il mercato ha ripreso a scommettere su prossimi tagli dei tassi da parte della Fed; appare invece scontata una sforbiciata Bce nel meeting di giugno.

L’agenda macro prevede intanto oggi lo Zew tedesco di maggio; e negli Stati Uniti i prezzi alla produzione di aprile. Nel pomeriggio è previsto anche un intervento del presidente della Fed Powell a un panel organizzato nel corso di un evento bancario ad Amsterdam.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,46% a 38.356 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0780; il petrolio avanza leggermente con il Brent a 83 dollari e il Wti a circa 79 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera poco mossa: Dow Jones -0,21% a 39.431 punti, S&P 500 -0,02% a 5.221 punti, Nasdaq +0,29% a 16.388 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report