Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: affonda Leonardo, nuovi target per Unicredit e Intesa Sanpaolo - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 08:01

Borsa italiana oggi: affonda Leonardo, nuovi target per Unicredit e Intesa Sanpaolo



DIRETTA NEWS / Attesa per inflazione Usa e indicazioni Bce

borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi in vena di consolidamento, in linea con l’azionario internazionale, in vista di due importanti appuntamenti macro: domani l’inflazione Usa e giovedì il meeting Bce.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Ore 17:30 – Ftse Mib finale -1,08% a 34.946 punti

Milano chiude negativa, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street, in una seduta nervosa e volatile per l’azionario internazionale.

A dare il tono all’Europa sono state anche le vendite pesanti su tutti i titoli della difesa europei che, dopo il rally degli ultimi mesi, hanno visto scattare i realizzi complice un report di Goldman Sachs che ha messo in evidenza quanto siano elevate le quotazioni ai livelli attuali, e ha sottolineato che le azioni del comparto a questo punto presentano più rischi al ribasso che opportunità al rialzo. Così, tra i titoli del settore più colpiti dalle vendite, Leonardo segna una delle performance più pesanti con un -8,95% in chiusura. Male sull’azionario il comparto industriale (Iveco tra i peggiori con un -7%) ma il listino milanese risente anche di realizzi sui bancari. In controtendenza Diasorin (+3,5%) che beneficia ancora del giudizio positivo di Ubs e dei risultati della rivale bioMérieux, in rally a Parigi.

fascia dimagrante

Ben comprata Tim (+1,4%), nel giorno in cui anche il proxy advisor Glass Lewis (dopo Iss) raccomanda agli azionisti di votare per la lista del cda in vista del rinnovo del board.

cuscino lattice economico

Ore 16:00 – Diasorin sempre al comando

Il Ftse Mib prova ridurre le perdite ma a metà pomeriggio segna ancora un calo di -0,77%. Non bastano gli acquisti su Diasorin (+3,3%), che beneficia ancora del buy della vigilia targato Ubs; e inoltre approfitta dei conti e del piano aggiornato al 2028 della rivale BioMérieux, leader della diagnostica in vitro, che a Parigi segna +8,4%.

Ore 15:00 – Future WS positivi

Piazza Affari recupera dai minimi di seduta (Ftse Mib -0,5%) in scia a future americani positivi alla vigilia dell’inflazione CPI di marzo. Il resto d’Europa tratta in ordine sparso, con Londra sopra la parità.

Sul forex, l’euro/dollaro si apprezza a 1,0880; il petrolio consolida i recenti rialzi con il Brent a 90 dollari e il Wti sopra 86 dollari al barile.

Giornata positiva per l’obbligazionario, che vede lo spread Btp/Bund a 10 anni in calo a 137 punti con il rendimento del decennale italiano in ritirata a 3,76%.

Ore 13:15 – Eni resiste con petrolio, Plenitude avvia lavori parco fotovoltaico

Eni poco sotto la parità e in frenata dopo i rialzi della mattinata, anche se il titolo contiene i danni rispetto all’andamento generale, in scia alle quotazioni del petrolio, con il Brent nuovamente sopra 90 dollari.

Intanto la controllata Plenitude ha avviato la costruzione del parco fotovoltaico di Renopool in Spagna. Il parco solare da 330 MW, il più grande mai realizzato dalla società, sarà costituito da sette impianti fotovoltaici e sorgerà in Extremadura nella provincia di Badajoz.

Ore 12:00 – Leonardo affonda con il settore della difesa

Leonardo -6,7% accelera bruscamente al ribasso, in scia al comparto europeo e nonostante un report di Goldman Sachs che ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo a 23,70 euro, confermando il giudizio neutral, e un buy su Rheinmetall, che eppure a Francoforte arriva a cedere il 12% per poi ridurre le perdite a -7%; a Parigi vendite su Thales a -4%.

I titoli della difesa sono stati tra i migliori in Europa quest’anno, poiché gli investitori scommettono sull’aumento della spesa militare, e oggi subiscono violente prese di beneficio.

Ore 11:45 – Tim +1%, anche Glass Lewis supporta lista cda

Dopo Iss, anche il proxy advisor Glass Lewis ha dato indicazione ai fondi di votare la lista del cda all’assemblea del 23 aprile. Restano le incognite sulle scelte del primo socio Vivendi; inoltre va ricordato quella dei proxy advisor è solo una raccomandazione.

Il titolo intanto conferma l’intonazione positiva dell’apertura con un rialzo di circa 1 punto percentuale. Da inizio anno anche a questi livelli Telecom lascia sul terreno un -20%.

Ore 11:10 – Unicredit e Intesa verso ottime trimestrali, Jp Morgan

Jp Morgan ha alzato il prezzo obiettivo su Unicredit da 35 a 37 euro, confermando la raccomandazione overweight, in vista dei conti trimestrali delle banche italiane. È probabile che la maggior parte di questi abbia registrato ottimi risultati, scrive il broker. Unicredit secondo Jp Morgan è ben posizionata in termini di distribuzione del capitale. Inoltre presentando i dati la banca potrebbe fornire ulteriori dettagli su come verrà utilizzato il capitale in eccesso.

Jp Morgan ha poi alzato il prezzo obiettivo su Intesa Sanpaolo da 3,90 a 4,00 euro, confermando overweight. Nel settore gli esperti continuano a privilegiare il titolo per via del reddito più diversificato, l’attenzione all’aumento delle commissioni, maggiore redditività e rendimento del capitale.

Entrambi i titoli tuttavia scontano oggi prese di profitto: Unicredit -0,97% a 35,04 euro; Intesa Sanpaolo -0,86% a 35,04 euro.

Ore 10:30 – Banca Ifis +4,5%, upgrade di Equita

Banca Ifis in netto rialzo (+4,55% a 19,29 euro) dopo che Equita Sim ha promosso il titolo da hold a buy con prezzo obiettivo che sale del 12% a 24 euro. Il titolo bancario viene inoltre inserito nel portafoglio raccomandato mid-small cap del broker. Per gli analisti di Equita il margine d’interesse di Banca Ifis potrebbe “mostrarsi più stabile e resiliente di quello delle banche tradizionali”. Viene inoltre sottolineata la remunerazione degli azionisti “estremamente attraente”

Ore 10:15 – Snam, nuovo target da Jp Morgan

Jp Morgan ha alzato il target price su Snam da 4,60 a 4,85 euro, confermando la raccomandazione neutral, “per riflettere i target al 2027 e i risultati 2023” della società. Il titolo dopo alcuni cambi di direzione segna in questo momento -0,19% a 4,239 euro.

Ore 9:30 – Ftse Mib -0,38% a 34.186 punti

Pesa Amplifon (-3%) dopo rilievi dell’antitrust a conclusione di un’indagine sulla commercializzazione di apparecchi acustici. L’autority, che ha rilevato “una scarsa trasparenza delle condizioni commerciali praticate al pubblico”, ha inviato una segnalazione al Parlamento e ai ministeri della Salute e dell’Economia.

Proseguono invece le ricoperture su Iveco +1,1%, Tim (+0,7%) che intanto ha incassato l’appoggio del proxy advisor Iss alla lista del cda in vista dell’assemblea del 23 aprile.

Bene inoltre Diasorin (+1%) in scia alla rivale BioMérieux (+7% a Parigi) dopo il piano aggiornato al 2028.

Fuori dal listino principale corre Fincantieri (+6%) sostenuta come segnalato in preapertura dal maxi accordo con Norwegian Cruise Line Holdings.

Fra le indicazioni degli analisti, Unicredit poco mossa dopo che Jp Morgan ha alzato ulteriormente il prezzo obiettivo sul titolo da 35 a 37 euro, confermando il rating overweight.

Jp Morgan inoltre ha ritoccato il target su Intesa Sanpaolo da 3,90 a 4 euro, confermando overweight.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che il proxy advisor Iss, in vista dell’assemblea di Tim del 23 aprile, ha raccomandato di votare per la lista del cda che conferma Pietro Labriola come amministratore delegato e indica Alberta Figari come presidente, ritenendo che la lista del fondo Merlyn non sia riuscita a presentare “un caso convincente in base al quale la sua lista di candidati sarebbe superiore a quella presentata dal consiglio uscente”. Vivendi, che con il suo 24% circa è ago della bilancia, non si è schierata al momento con nessuna lista. Continua la caccia al voti.

Nel corso del Seatrade di Miami, la più grande fiera del settore crocieristico al mondo, Fincantieri ha annunciato di aver ricevuto un maxi ordine da Norwegian Cruise Line Holdings per la realizzazione di 4 nuove navi di nuova generazione da crociera: 2 destinate al brand Regent Seven Seas Cruises e 2 per il brand Oceania Cruises. Inoltre, il gruppo ha firmato una Lettera di Intenti con lo stesso armatore per lo studio della costruzione di ulteriori 4 unità che saranno le più grandi mai realizzate per il brand Norwegian Cruise Line (NCL).

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno alzato il target price su Unicredit da 35 a 37 euro, confermando il rating overweight.

Jp Morgan inoltre ha ritoccato il prezzo obiettivo su Intesa Sanpaolo da 3,90 a 4 euro, confermando overweight.

Fra le altre notizie, Snam ha collocato un prestito obbligazionario a tasso variabile con scadenza 2 anni per un ammontare complessivo di 750 milioni. Il bond pagherà una cedola pari all’Euribor a 3 mesi maggiorata dello 0,40%. Gli ordini sono stati pari a circa tre volte l’offerta.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta di ricoperture che ha visto Piazza Affari chiudere in discreto guadagno (Ftse Mib +0,90% a 34.315 punti). La Borsa italiana è stata trainata dal rimbalzo di alcuni titoli fra cui Iveco, Interpump, Diasorin, Telecom.

Più cauta ieri Wall Street, in attesa delle indicazioni macro di domani e in particolare dei numeri relativi all’inflazione CPI di marzo, ma anche delle minute Fed; giovedì il focus sarà invece sul meeting Bce, che secondo la stragrande maggioranza degli analisti dovrebbe aprire la strada a un taglio dei tassi a giugno.

Intanto oggi l’agenda riserva essenzialmente il Bank Lending Survey Bce del primo trimestre e l’indice NFIB U.S. Small Business che registra la fiducia delle piccole imprese (marzo).

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +1,08% a 39.773 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0850; il petrolio riprende forza con il Brent a 90 dollari e il Wti a 86 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera poco mossa: Dow Jones -0,03% a 38.892 punti, S&P 500 -0,04% a 5.202 punti, Nasdaq +0,03% a 16.253 punti.
Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni trading broker borsa 24-07-2024 — 11:30

Raccomandazioni dei broker del 24 luglio 2024

Diversi titoli quotati in Borsa italiana finiscono oggi sotto la lente degli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report