Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: maglia rosa con Saipem e banche - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 07:42

Borsa italiana oggi: maglia rosa con Saipem e banche



DIRETTA NEWS / Mercati più ottimisti su inflazione e banche centrali

borsa italiana oggi

Borse ottimiste all’indomani dei numeri sull’inflazione Pce americana di gennaio, usciti in linea con le previsioni, e nel giorno dei prezzi al consumo di febbraio in Eurozona, che tuttavia hanno evidenziato una frenata leggermente meno marcata delle attese. L’inflazione di febbraio nell’area euro ha fatto registrare un +2,6% da 2,8% contro il +2,5% del consensus; indice core 3,1% da 3,3% contro attese per 2,9%. In Italia invece i prezzi sono cresciuti solo di +0,8% (atteso +0,9%). Il mercato si aspetta che le maggiori banche centrali taglieranno i tassi di interesse a partire da metà anno.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +1,09% a 32.934 punti

Piazza Affari migliore d’Europa in una giornata di acquisti che fanno capolino anche a Wall Street, in discreto rialzo per la seconda seduta di fila.

Svetta anche oggi Saipem (+8,3%) che continua a festeggiare i conti del 2023 sopra le attese. Stesso discorso per Poste (+4,1%); inoltre dal dpcm emerge che il processo di privatizzazione avverrà per fasi.

fascia dimagrante

Si mettono in luce le banche, con Mps +2,4% Intesa +2,2% e Banco Bpm +1,5%.

cuscino lattice economico

Fanalino di coda Diasorin (-1%).

Ore 15:50 – Iveco +4% in scia Daimler Truck (+17,3%)

Iveco Group (+3,95% a 11,83 euro) si conferma sul podio del Ftse Mib a metà pomeriggio, approfittando anche dei risultati record e dell’outlook positivo di Daimler Truck, che guadagna oltre il 17% a Francoforte. Inoltre Iveco ha annunciato ieri sera a mercato chiuso un ordine per la fornitura di 178 camion S-Way Cng (a gas naturale compresso) alla divisione Post & Parcel di Dhl in Germania.

Btp Valore, chiusa emissione da record

Il Ministero dell’economia e delle finanze comunica che oggi si è concluso, con 18.316,424 milioni di euro raccolti, il collocamento della terza emissione del Btp Valore avviato il 26 febbraio. Si tratta del risultato più elevato di sempre in termini di valore sottoscritto, ma anche per numero di contratti registrati, 656.369, in un singolo collocamento di titoli di Stato per i piccoli risparmiatori (retail), a cui è esclusivamente destinato il Btp Valore. I tassi annuali definitivi del titolo sono confermarti su livello annunciato lo scorso 23 febbraio: 3,25% per il 1°, 2° e 3° anno; 4% per il 4°, 5° e 6° anno.

Il titolo ha data di godimento 5 marzo 2024 e scadenza 5 marzo 2030. Ai sottoscrittori che manterranno il Btp Valore per tutta la durata dei 6 anni verrà garantito anche un premio finale extra dello 0,7%

Ore 15:00 – Future WS piatti

Piazza Affari procede in buon rialzo (Ftse Mib +1%), con il resto d’Europa in ordine sparso, mentre Wall Street tratta intorno alla parità all’indomani di una giornata di acquisti.

Euro/dollaro stabile a 1,0810 euro.

Fondi, a gennaio raccolta negativa

I dati preliminari della mappa mensile di gennaio 2024 mostrano un incremento del patrimonio gestito a 2.342 mld euro, supportato da un effetto performance positivo, pari a +0,3%.

È quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi di Assogestioni, che hanno registrato anche una raccolta netta di -2,6 mld euro.

Tra i fondi aperti, spicca il dato degli obbligazionari che a gennaio hanno attratto 5,53 mld euro di afflussi netti. La raccolta complessiva è rimasta però in negativo per 2,33 mld euro, condizionata dai dati di fondi azionari (-2,18 mld), bilanciati (-1,9 mld) e flessibili (-2,77 mld).

Sostanzialmente stabile il dato preliminare sulle gestioni di portafoglio, con una raccolta di -429 mln euro, risultante dai 687 mln euro di deflussi delle gestioni istituzionali, parzialmente controbilanciati dai 257 mln euro di afflussi verso le gestioni retail.

Ore 11:15 – Borsa Milano si conferma tonica

Piazza Affari in buon rialzo, con il Ftse Mib a +0,8% nonostante la frenata meno marcata delle attese per l’inflazione di febbraio in Eurozona. Svetta Saipem a +5%, seguita a ruota da Mps e Leonardo con +4%.

Ore 10:30 – Saipem +6%, Equita
alza target

Saipem anche oggi sugli scudi con +4,82% a 1,762 euro a metà mattina. Fra le raccomandazioni di Borsa, Equita Sim ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo del 14% a 2 euro, confermando la raccomandazione hold dopo aver aumentato del 23% la stima di Ebitda 2024. Gli analisti si dicono “più propositivi sull’investment case di Saipem dopo il risanamento del business e la buona visibilità operativa”, ma nel settore oil e gas preferiscono “mantenere un approccio difensivo”.

Ore 10:10 – Manifatturiero europeo resta in contrazione

I principali indici Pmi manifatturieri europei pubblicati a metà mattina restano ben al di sotto la soglia di 50 punti che separa la crescita dalla contrazione dell’attività del settore.

Viene così confermato il quadro di stagnazione economica che dovrebbe spingere la Bce a utilizzare la leva dei tassi. A Milano il Ftse Mib accelera con +0,9%.

Ore 9:30 – Ftse Mib +0,72% a 32.819 punti

Piazza Affari sostenuta anche oggi soprattutto dalle indicazioni provenienti dalle trimestrali: Saipem non si ferma dopo i recenti risultati e previsioni di ritorno al dividendo e guadagna circa +6% all’indomani di un rialzo a doppia cifra.

Bene anche Leonardo +4% dopo i conti che hanno evidenziato ordini migliori delle attese, così come flusso di cassa e debito; Deutsche Bank ha alzato il prezzo obiettivo da da 17,50 a 20,80 euro confermando il buy.

Frena oggi Moncler su cui Hsbc taglia la raccomandazione a hold ma alza il target da 68 a 70 euro; il titolo tratta poco mosso dopo gli acquisti della vigilia.

Sul fondo i realizzi prendono di mira Diasorin in calo di oltre un punto percentuale.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che Leonardo ha chiuso il 2023 con risultati in linea con la guidance ma con ordini sopra le previsioni a 17,9 miliardi di euro (+3,8%). I ricavi si sono attestati a 15,3 miliardi (+3,9% rispetto al 2022) evidenziando una crescita di tutte le divisioni, spiega l’ex Finmeccanica in una nota. Il margine operativo lordo segna +5,8% a 1,29 miliardi. Il free operating cash flow è cresciuto del 17,8% a 635 milioni, facendo meglio delle stime societarie, beneficiando della crescita dei ricavi e della “politica disciplinata di costi e investimento”. L’indebitamento netto di gruppo scende del 23% a 2,32 miliardi di euro rispetto a fine 2022. Il gruppo della Difesa presenterà il nuovo piano industriale il prossimo 12 marzo.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato il target price sullo stesso titolo Leonardo da 17,50 a 20,80 euro confermando il buy.

Barclays ha alzato il prezzo obiettivo su Stellantis da 22 28,50 euro, confermando il rating overweight.

Jp Morgan ha alzato il target su Intesa Sanpaolo da 3,80 a 3,90 euro, confermando overweight.

Hsbc ha tagliato Moncler da buy a hold seppure alzando il target price da 68 a 70 euro.

Fra le altre notizie, Nexi ha siglato un accordo con le organizzazioni sindacali per un piano di ricambio generazionale che porterà ad almeno 200 nuove assunzioni, consentendo l’uscita di circa 400 dipendenti attraverso un percorso totalmente volontario di accompagnamento all’esodo.

Iveco, il marchio di Iveco Group dei veicoli commerciali leggeri, ha ricevuto un ordine per la fornitura di 178 camion S-Way Cng (a gas naturale compresso) alla divisione Post & Parcel di Dhl in Germania.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere debole (Ftse Mib -0,11% a 32.580 punti). La Borsa italiana è stata trainata da Saipem, Moncler, Prysmian, Poste dopo le rispettive trimestrali. Per il Ftse Mib il mese di febbraio è andato in archivio con un +6%.

Wall Street ieri dopo qualche incertezza ha accolto positivamente i numeri dell’inflazione Pce americana di gennaio, usciti in linea con le attese; i prezzi tedeschi di febbraio hanno invece evidenziato una frenata leggermente più marcata del consensus.

Oggi, fra gli altri dati, è in programma l’inflazione di febbraio nell’Eurozona, ma anche una carrellata di Pmi manifatturieri europei; l’Ism manifatturiero e la fiducia Michigan finale di febbraio negli Stati Uniti.

I future Usa trattano stamattina positivi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +1,90% a 39.910 punti, sostenuta dalla debolezza dello yen in seguito ad alcuni commenti accomodanti della Bank of Japan.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0810; il petrolio è poco mosso con il Brent a 82 dollari e il Wti a 78 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,12% a 38.996 punti, S&P 500 +0,52% a 5.096 punti, Nasdaq +0,90% a 16.091 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni trading broker borsa 24-07-2024 — 11:30

Raccomandazioni dei broker del 24 luglio 2024

Diversi titoli quotati in Borsa italiana finiscono oggi sotto la lente degli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report