Finanzareport.it | Banche, dividendi a pioggia nel 2024 - Finanza Report

Mer 21 Febbraio 2024 — 07:02

Banche, dividendi a pioggia nel 2024



Rallenta l’effetto positivo dei tassi, ma fra cedole e buyback prevista una remunerazione fino a circa 50 miliardi

banche

Le banche tentano un rimbalzo oggi in Borsa dopo i realizzi della scorsa settimana, che hanno preso di mira in particolare Bper e Mps a circa -9% nell’ottava, Unicredit a -6,4% e lo stesso Banco Bpm che dopo il piano strategico 2024 ha lasciato sul terreno circa il 5% (complice anche il downgrade targato Jefferies, che venerdì ha tagliato il rating da buy a hold e il target price da 6,90 a 5,50 euro).

Dividendi banche

Stamattina a Piazza Affari si mette in luce il Monte dei Paschi di Siena, sempre sostenuto da speculazioni sull’uscita del Mef e potenziali fusioni bancarie, che guadagna oltre 1 punto percentuale, così come peraltro Banco Bpm e Bper. Più indietro Intesa Sanpaolo e Unicredit che trattano comunque sopra la parità.

In generale le banche recentemente sono finite nel mirino delle prese di beneficio sulle aspettative di futuri tagli dei tassi da parte delle banche centrali, dopo che gli istituti di credito nell’ultimo anno hanno enormemente beneficiato di un improvviso “boom” del margine di interesse.

In ogni caso il rientro dai tassi record sarà graduale. Inoltre difficilmente si rivedranno a breve tassi rasoterra. E intanto la maggiore redditività si è tradotta in politiche di remunerazione più generose. E secondo uno studio di Intermonte citato nel fine settimana da Milano Finanza, fra il 2023 e il 2025 il cumulated payout yield (rendimento complessivo di dividendi e buyback) delle principali banche italiane oscillerà tra il 14% (Fineco) e il 46% (Unicredit) per una remunerazione totale pari a circa 50 miliardi.

Cumulated payout yield

Tale indicatore viene visto a 38,9% per Mediobanca, 36,9% Banco Bpm, 34,7% Intesa Sp, 27,5% Bper e c’è anche Mps fra le altre, con un rendimento totale stimato a 15,5%.

Nel 2022 la “capolista” Unicredit ha distribuito 1,7 miliardi di dividendo e 2,5 miliardi di buyback, cifre salite quest’anno rispettivamente a 91 miliardi e 3,34 miliardi. Nel 2024 la banca guidata da Andrea Orcel prevede una distribuzione totale maggiore o uguale a 6,5 miliardi.

Gli azionisti di Intesa hanno beneficiato nel 2022 di 4,6 miliardi (di cui dividendi a 2,9 miliardi) e 5,9 miliardi per quest’anno (4,2 miliardi di cedole per cassa) mentre per il 2024 si prevedono oltre 5,2 miliardi di cedole, con un piano di riacquisti ancora da quantificare.

bond trading 20-02-2024 — 02:40

Raccomandazioni dei broker del 20 febbraio 2024

Ecco le principali indicazioni odierne delle banche d’affari

continua la lettura
Telegram Finanza Report