Mer 20 Novembre 2019 — 06:18

Borsa: Milano sale ancora, in luce Unicredit con Generali



Piazza Affari avanza oggi per la sesta seduta consecutiva. Il focus resta su trimestrali e banche, oltre che sul progressivo disgelo tra Usa e Cina sulla guerra commerciale

borsa milano

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari avanza oggi per la sesta seduta consecutiva. Il focus resta su trimestrali e banche, oltre che sul progressivo disgelo tra Usa e Cina sulla guerra commerciale. Sulla Borsa di Milano il Ftse Mib segna in chiusura +0,56% a 23.503 punti, in una giornata positiva anche nel resto d’Europa e a Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 140 punti da 134 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,16%.

Sul forex, l’euro è stabile sotto quota 1,11 contro il dollaro; il petrolio accelera con il Brent a 62 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Borsa Milano: bene Unicredit, Generali, Moncler

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib svetta Unicredit +6% sia dopo i conti migliori delle attese sia dopo la storica vendita della quota di maggioranza in Mediobanca, quest’ultima in flessione (-1,7%) ma sopra il prezzo del collocamento accelerato.

Da segnalare che secondo indiscrezioni di Bloomberg la Delfin di Leonardo Del Vecchio avrebbe approfittato dell’operazione per portarsi dal 7,5% a ridosso del 10%.

L’uscita di Unicredit da Piazzetta Cuccia, che detiene il 13% di Generali, porta acquisti anche sul titolo del Leone che avanza del 3,4%, mentre la trimestrale è uscita in linea con le attese.

Nuovi acquisti su Intesa Sanpaolo +0,8%, Banco Bpm +0,9% in vista del primo dividendo dalla fusione, debole invece Mps -0,3%.

Nel lusso corre Moncler +4,8%.

Deboli le utilities che risentono della concorrenza dei rendimenti obbligazionari, con Terna, Enel e Snam in calo di oltre il 2%.

In rosso anche Poste -1,2% con Kepler Cheuvreux che taglia la raccomandazione all’indomani dei risultati.

Fca +0,3% con S&P che ha messo la società in Credit Watch positivo in vista di un possibile rialzo del rating.

Fra i petroliferi Saipem +1%, Eni poco mossa e Tenaris +0,4% anche se Morgan Stanley ha tagliato la raccomandazione da overweight a equal weight con target price di 12 euro.

Bene oggi anche le azioni Amplifon +2,3% con gli analisti di Hsbc che hanno avviato la copertura sul titolo con raccomandazione buy e prezzo obiettivo di 27 euro.

ubi massiah 19-11-2019 — 11:08

Massiah (Ubi): non tutte le fusioni sono di successo

La banca al centro del dossier M&A assieme a Banco Bpm, Bper e Mps, ma l’ad preferisce restare cauto. Il nuovo piano nel primo trimestre

continua la lettura