Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: nuovi target per Intesa, ancora trimestrali - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 17:05

Borsa italiana oggi: nuovi target per Intesa, ancora trimestrali



DIRETTA NEWS / Piazza Affari focus sui risultati societari

Borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi recupera terreno dopo i realizzi della scorsa settimana (-1,8%) in una seduta scandita anche dalle trimestrali. Sul lato macro, dopo la debacle dell’occupazione Usa di aprile, il mercato torna a scommettere su un prossimo taglio dei tassi Fed, che potrebbe concretizzarsi entro settembre, mentre vengono confermate le aspettative su una sfurbiciata della Bce a giugno. Intanto stamattina gli indici Pmi finali dei servizi europei hanno evidenziato una lettura positiva seppure con un andamento a diverse velocità (più deboli delle attese Italia e Germania).

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 6 maggio 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +1,06% a 33.986 punti

Il ritorno della fiducia sui tagli dei tassi d’interesse, ma anche una serie di trimestrali positive, spingono i mercati azionari del Vecchio Continente. A Milano il Ftse Mib segna la performance migliore sfiorando in chiusura quota 34.000 punti (valore superato nel corso della seduta). Ben impostate anche le altre piazze continentali mentre Londra è chiusa per festività.

fascia dimagrante

Bene Amplifon (+4,6%) dopo i conti migliori delle attese; inoltre si riprende Intesa Sanpaolo (+2,9%) chr incassa diversi giudizi positivi degli analisti. Tra i migliori del listino anche Leonardo (+3%) e Pirelli (+2,3%), anche loro alla prova dei conti in questi giorni. Acquisti sui petroliferi (+1,8% Tenaris, +1,5% Saipem). Proseguono le vendite su Brunello Cucinelli (-1,5%).

Ore 15:50 – Unicredit +1,4% aspetta i risultati

Unicredit in rialzo di oltre 1 punto percentuale nel giorno del cda chiamato ad approvare i conti del primo trimestre, che saranno poi diffusi domani mattina in preapertura. Il consensus degli analisti stima in media un utile netto di 2,1 miliardi, in linea con il pari periodo 2023, su ricavi per 5,94 miliardi (da 5,8 miliardi) di cui commissioni a 1,9 miliardi (da 2 miliardi) e margine d’interesse a 3,51 miliardi (da 3,3 miliardi). Attese inoltre rettifiche sui crediti per 178 milioni; il Cet1 è previsto a 16%.

Ore 15:00 – Future WS ancora in rialzo

Future di Wall Street in discreto rialzo, con guadagni fino a mezzo punto percentuale, dopo le recenti sedute positive in scia alle trimestrali e ai dati meno forti del previsto che rimettono in gioco un possibile taglio dei tassi entro l’estate.

Fra i singoli titoli, in pre-mercato: Berkshire Hathaway +1% dopo risultati e assemblea per la conglomerata di Warren Buffett; Walt Disney +0,4% in vista dei conti che saranno diffusi domani, mentre mercoledì tocca a Uber (+2,8%); vendite su Victoria’s Secret che paga un downgrade di Morgan Stanley a underweight.

Ore 14:45 – Amplifon svetta, risultati sopra attese

Amplifon scatta dopo i conti migliori delle attese su vendite e margini, e si porta in cima al Ftse Mib (+0,9%) con un progresso intorno a +5%.

Ore 13:20 – Anima Holding +3% dopo la trimestrale

Anima Holding accelera (2,88%) dopo i risultati del primo trimestre chiuso con commissioni nette di gestionea 80,0 milioni (+15% vs. 1Q23); Ricavi totali consolidati per 121,9 milioni (+51%); Utile netto consolidato a 52,9 milioni (+75%); Utile netto consolidato normalizzato a 63,0 milioni (+60%). Quanto alla raccolta di aprile, segna +266 milioni.

Ore 12 – Spread in calo

Spread in calo nel primo giorno di emissione del nuovo Btp Valore a 6 anni e dopo la conferma del rating dell’Italia da parte di Fitch. Il differenziale Btp Bund segna 129 punti da 131 punti base dell’ultima seduta, con il rendimento del decennale italiano in flessione a 3,74%. “Ricordiamo che il precedente Btp Valore ha raccolto la cifra record di oltre 18 miliardi di euro” commentano gli strategist di Mps, secondo cui lo slancio  positivo dei Btp “è sostenuto anche dalle agenzie di rating. Dopo S&P e Dbrs, anche Fitch venerd scorso ha confermato il rating BBB con outlook stabile”.

Ore 11:00 – Tod’s stabile a 43 euro, titolo verso delisting

Equita Sim ha tagliato la raccomandazione su Tod’s (stabile a 43 euro) da hold a reduce con prezzo obiettivo di 43 euro. Mercoledì sarà l’ultimo giorno per aderire all’opa lanciata da L Catterton di concerto con la famiglia della Valle a 43 euro per azione. “Suggeriamo di aderire e passiamo quindi a reduce – spiega il broker – . L’offerente ha infatti ormai superato il 90% del capitale e pertanto Borsa Italiana disporrà il delisting della società , dal momento che l’offerente aveva già preventivamente dichiarato di non voler ripristinare il flottante. La percentuale del 90% risulta dalla somma della quota di Della Valle (54%) e di Delphine (10%) che agiscono di concerto con l’offerente, del 13,3% acquistato da L Catterton sul mercato dall’avvio dell’opa a oggi e del 12,9% consegnato in opa fino a oggi (10,45% da Della Valle, 2,45% dal flottante)”.

Ore 10:30 – Oggi raffica di stacco cedole, nessuna sul Ftse Mib

Giornata di stacco cedole per 27 società di Piazza Affari, nessuna del Ftse Mib (che a metà mattina allunga con un +0,5%).

A staccare i dividendi sono due fra gli altri due titoli del Mid Cap: Alerion (0,61 euro per azione) e Intercos (0,18699 euro); nove del segmento Star: Aeroporti Bologna (0,264 euro), Ascopiave (0,14 euro), B&C Speakers (0,7 euro), Biesse (0,14 euro), Gefran (0,42 euro), Italmobiliare (3 euro), Lu-Ve (0,4 euro), Pharmanutra (0,85 euro) e Sogefi (0,2); quattro dell’Euronext Milan: Banca Profilo (0,0155 euro), Civitanavi (0,13 euro), Plc (0,07 euro), Valsoia (0,38 euro). Una dozzina infine i titoli che staccano su Egm: Acquazzurra (0,042 euro), Alfio Bardolla (0,076 euro), Arterra (0,10222 euro), Fervi (0,47 euro) , Gibus (0,5 euro), Growens (0,79 euro prima tranche), Iniziative Breciane (0,6 euro), Intred (0,1 euro), Iwb (0,5 euro), Nvp (0,03 euro), Planetel (0,1 euro) e Tps (0,08 euro).

Ore 10:00 – Ftse Mib +0,28% a 33.722 punti

In evidenza Saipem +2,2% che approfitta di un tentativo di recupero del petrolio. Sul fondo invece Stellantis (-0,8%) che continua a cedere terreno dopo i risultati deludenti diffusi la scorsa settimana.

Bene Intesa Sanpaolo +1,7% dopo i target aggiornati degli analisti da noi diffusi in preapertura, mentre le trimestrali bancarie proseguono con i cda di Unicredit (+0,2%) e Mps (+0,2%) ; attesi inoltre i conti di Amplifon (-0,7%, che intanto sconta i risultati deboli diffusi dalla concorrente Damant) e Anima (+0,3%).

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire le banche con i cda in programma di Unicredit e Mps per l’approvazione dei conti del primo trimestre, mentre le rispettive conference si terranno domani mattina.

Si riuniscono per approvare le trimestrali anche i cda di Amplifon (conference ore 15) e Anima Holding.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Ubs hanno alzato il target price su Intesa Sanpaolo dopo i risultati da 4,20 a 4,30 euro, confermando il buy; da parte sua Jp Morgan ha ritoccato il prezzo obiettivo da 4 a 4,10 euro, confermando il rating overweight; Jefferies passa da 3,90 a 4,10 euro, confermando il buy; stesso giudizio confermato da Dz Bank che rivede il target da 4 a 4,20 euro.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere in controtendenza (Ftse Mib -0,32% a 33.629 punti) zavorrata da realizzi sulle banche. La Borsa italiana ha archiviato la settimana con un -1,8% mentre il consuntivo da inizio anno resta comunque positivo con +10,8%.

In spolvero venerdì scorso i listini di Wall Street, dopo i numeri dell’occupazione Usa peggiori delle attese che hanno ravvivato le speranze di un prossimo taglio dei tassi Fed. Il mercato attualmente attribuisce una probabilità di quasi il 70% di un primo taglio dei tassi americani a settembre, mentre sono confermate le aspettative di una sforbiciata Bce a giugno.

L’agenda macro non prevede oggi dati particolarmente rilevanti, in una settimana che potrebbe riservare spunti più che altro giovedì, con il meeting della Bank of England, mentre venerdì è in programma negli Stati Uniti la fiducia Michigan preliminare di maggio.

Da segnalare che oggi sarà chiusa per bank holiday la piazza di Londra.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei è rimasto chiuso oggi per festività; listini cinesi in ordine sparso.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,0760; il petrolio è leggermente positivo con il Brent a 83 dollari e il Wti a 78 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso venerdì sera in netto rialzo: Dow Jones +1,18% a 38.675 punti, S&P 500 +1,26 a 5.127 punti, Nasdaq +1,99% a 16.156 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report