Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: in evidenza Maire, nuovo buy per Reply - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 16:20

Borsa italiana oggi: in evidenza Maire, nuovo buy per Reply



DIRETTA NEWS/ Il focus dei mercati resta sulla complicata situazione macro

borsa italiana oggi

Piazza Affari oggi termina in recupero una seduta nervosa. A pesare in parte sono le ultime esternazioni dei banchieri centrali. La Fed in particolare non ha fretta di avviare la manovra di allentamento, citando l’inflazione persistente, mentre la Bce ha ormai preparato il mercato a una prima sforbiciata a giugno, ma sulle mosse successive naviga a vista.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 24 maggio 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,07% a 34.490 punti

Recupero sul finale di seduta per le Borse europee in scia al buon andamento di Wall Street reduce dai cali alla vigilia. Pur rimanendo deboli, i listini migliorano tutti, a partire dal Ftse Mib, che riesce a chiudere sopra la parità dopo avere toccato in mattinata anche -1%. Sui mercati si sono ripresentati i timori di un rinvio del taglio dei tassi da parte della Federal Reserve, con alcuni banchieri che addirittura non escludono un rialzo.

fascia dimagrante

A Piazza Affari si mette in luce il comparto auto, come nel resto d’Europa, con Iveco (+3,2%) in testa al Ftse Mib mentre guadagnano anche Pirelli (+1,4%) e Stellantis (+0,9%). Scatta Unipol che chiude in progresso del 2,9% dopo l’upgrade di Kepler Chevreux. Sul fronte opposto, deboli le utilities e le banche.

Ore 16:00 – Criptovalute, la Sec approva Etf su Ethereum (-2%)

Notizie importanti per gli amanti delle criptovalute. La Securities and Exchange Commission ha approvato gli Etf sul prezzo spot di Ether, il token della blockchain Ethereum, permettendone la quotazione su Cboe Global Markets, il Nasdaq e il Nyse. Il via libera della Sec era peraltro atteso e il prezzo cala del 2% a circa 3.700 dollari dopo un rialzo questa settimana del 20%. Le case d’affari che hanno inviato richiesta, tra cui BlackRock, Investo e Ark Invest, dovranno comunque aspettare l’approvazione dell’agenzia prima dell’effettivo lancio dei prodotti.

Ore 15:00 – Future Ws a caccia di un rimbalzo

Future Usa leggermente positivi e in cerca quanto meno di un rimbalzo “tecnico” dopo due sedute negative di fila per i listini americani, nonostante l’exploit di Nvidia (+9,3% ieri, mentre oggi cresce in pre-market di circa un punto percentuale).

L’agenda macro peraltro non è d’aiuto: gli ordini di beni durevoli di aprile hanno battuto le attese, complicando gli sforzi della Fed che già non pare orientata a un taglio dei tassi d’interesse nel breve periodo.

Ore 12:15 – Spread in lieve rialzo, per Barclays tassi Bce fermi a luglio

Spread sostanzialmente poco mosso: a metà seduta il differenziale Btp Bund segna 130 punti da 128 della vigilia, con il rendimento del decennale italiano invariato a 3,88%.

Il mercato dà per scontato un taglio dei tassi Bce a giugno, mentre c’è incertezza sulle decisioni successive. Barclays oggi ha rivisto la sua previsione di un secondo taglio a luglio. “Di fronte all’elevata incertezza e all’accelerazione dell’attività economica più rapida del previsto – si legge in un report -, riteniamo che quest’anno il Consiglio direttivo si muoverà in modo più graduale. Continuiamo ad aspettarci tagli di 25 punti base ad ogni riunione di previsione (giugno​-​settembre​-​dicembre), ma non prevediamo più un taglio alla riunione di luglio. Continuiamo ad aspettarci tagli di 150 punti base nel ciclo”.

Ore 11:15 – Ftse Mib riduce le perdite

Piazza Affari in rimonta dai minimi della prima mattinata con il Ftse Mib che riduce le perdite a -0,26%, trainata dall’automotive con Iveco a +2,3%, Pirelli +1,2%, bene anche Stellantis a +0,7%.

Sul fondo ancora i petroliferi con Saipem (-1,5%) e le banche con Bp Sondrio e Mps in flessione di oltre un punto percentuale.

Ore 10:30 – Maire sale ancora dopo maxi commessa

Maire corre anche oggi in Borsa (+1,98% a 7,98 euro dopo il +3% della vigilia) dopo la maxi commessa in Algeria annunciata dal gruppo ieri pomeriggio. Un consorzio composto da Tecnimont (Maire) e da Baker Hughes si aggiudicato da Sonatrach un contratto di Ingegneria, Procurement e Costruzione (Epc) per la realizzazione di tre stazioni di compressione, nonché per il potenziamento del sistema di raccolta del gas, nel giacimento di gas di Hassi R’mel, 550 chilometri a sud di Algeri. Il valore complessivo del contratto di circa 2,3 miliardi di dollari, di cui 1,7 miliardi di competenza di Tecnimont. “La notizia ha risvolti positivi per il titolo in quanto migliora la visibilità della guidance 2024 di raccolta ordini”, commentano gli analisti, che stimano un dato a 5,5 miliardi di euro. Da inizio anno Maire ha annunciato un volume di ordini di quasi 3 miliardi, ricorda il broker, che intanto conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 8,20 euro. Da parte sua Intesa Sanpaolo ribadisce buy con target price di 8,50 euro, ritenendo che l’aggiudicazione confermi il “positivo momentum di mercato e le attese del management di consistenti ordini in arrivo da Medio Oriente, Nord Africa ed Estremo Oriente”. Le stime di Intesa indicano una nuova raccolta ordini per più di 6 miliardi quest’anno, di cui 5,7 miliardi connessi a Tecnimont.

Ore 10:00 – Reply limita i danni, nuovo buy da Redburn Atlantic

Reply prova a contenere le perdite in una giornata segnata dalle vendite in Borsa italiana: le azioni dopo una buona partenza segnano -0,07% a 135,90 euro. Gli analisti di Redburn hanno avviato la copertura sul titolo tecnologico con una raccomandazione buy e prezzo obiettivo a 165 euro.

Ore 9:30 – Ftse Mib -0,99% a 34.127 punti

Listino praticamente tutto in rosso: si salva solo Iveco in frazionale rialzo, mentre prova a limitare i danni Amplifon, poco mossa.

Sul fondo una pattuglia di titoli fra cui Saipem, Mps, Telecom, Banco Bpm, tutti in calo di oltre il 2%.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, i future sul Ftse Mib preannunciano un’apertura negativa, in linea con il resto d’Europa.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jefferies hanno migliorato il target price su Generali da 22 a 22,50 euro, confermando il rating hold.

Jefferies ha poi alzato il prezzo obiettivo su Prysmian da 49 a 58 euro, confermando hold.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa, all’indomani di una seduta di consolidamento che ha visto Piazza Affari chiudere piatta (Ftse Mib +0,02% a 34.467 punti). La Borsa italiana è stata in parte sostenuta da un acuto di Prysmian; bene anche il risparmio gestito con Fineco; sul fondo nuovamente le utilities, oggetto questa settimana di prese di beneficio.

Wall Street ha chiuso ieri in calo, correggendo nel corso della seduta dopo i recenti record e nonostante il traino di Nvidia (+9,3%) dopo la trimestrale.

Il focus resta sulla situazione macro e sulle possibili decisioni delle banche centrali, con la Fed che non sembra avere fretta di tagliare i tassi e continua a citare l’inflazione persistente, mentre la Bce lo farà quasi certamente il prossimo 6 giugno, ma poi valuterà i dati volta per volta.

L’agenda macro oggi prevede alcuni indicatori: si guarda in particolare agli Stati Uniti con gli ordini di beni durevoli di aprile e fiducia Michigan di maggio, all’indomani di una giornata che ha visto diversi dati sopra attese.

Intanto le vendite al dettaglio di aprile nel Regno Unito sono uscite stamattina in calo più marcato delle attese; il Pil tedesco del primo trimestre è stato confermato a +0,2%.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -1,17% a 38.646 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro frena leggermente a 1,0810; il petrolio è stabile con il Brent a 81 dollari e il Wti a 76 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera in rosso: Dow Jones -1,53% a 39.065 punti, S&P 500 -0,74% a 5.267 punti, Nasdaq -0,39% a 16.736 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report