Dom 26 Settembre 2021 — 02:06

Borsa italiana oggi: Generali, Italgas, Pirelli, Intesa Sanpaolo, Mediobanca



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente positiva, all’indomani di una seduta che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in moderato rialzo (Ftse Mib +0,46% a 23.925 punti). La Borsa italiana, come gli altri listini internazionali, ha nuovamente beneficiato della frenata dei tassi obbligazionari, mentre lo spread ha chiuso poco mosso appena sotto quota 100 punti.

Si guarda oggi alla riunione Bce, in cui la presidente Lagarde dovrà rassicurare in modo credibile sulle intenzioni della banca centrale di mantenere lo stimolo monetario. Attese in questa chiave anche le previsioni economiche aggiornate.

Nella notte la Camera Usa ha dato il via libera definitivo al piano di stimolo fiscale da 1,9 trilioni di dollari.

I future Usa trattano questa mattina in rialzo, all’indomani di un nuovo record per il Dow Jones.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,60% a 29.211 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,1930; il petrolio avanza con il Brent a 68 dollari e il Wti a 64 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones +1,46% a 32.297 punti, S&P 500 +0,60% a 3.898 punti, Nasdaq -0,04% a 13.068 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, le trimestrali restano in primo piano con i risultati appena diffusi da Generali, che ha approvato un super dividendo da 1,47 euro diviso in due parti. La prima, relativa al bilancio 2020, sarà di 1,01 euro (da 0,96 euro del 2019) e verrà liquidata a maggio; la seconda da 0,46 euro rappresenterà il recupero della seconda tranche del 2019, bloccata a suo tempo dalla Vigilanza. Il 2020 per le Assicurazioni Generali si chiude con un risultato operativo al nuovo record di 5,2 miliardi (+0,3%), il Solvency Ratio al 224% è sui livelli di fine 2019.

Il cda di Italgas ha diffuso stamani i conti 2020 che vedono un utile netto adjusted di 345,4 milioni (+0,1%) su ricavi totali adjusted a 1,33 miliardi (+6%), in linea con attese, mentre il dividendo cresce a 0,277 euro per azione (+8,2% rispetto al 2019).

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Deutsche Bank hanno tagliato il rating su Unicredit da buy a hold con target price di 9,80 euro.

Deutsche Bank retrocede anche Banco Bpm da buy a hold, pur incrementando il prezzo obiettivo da 2,20 a 2,50 euro.

Banca Mps viene tagliata da hold a sell con target 0,75 euro.

Avviata la copertura su Bper con raccomandazione hold e target di 2,10 euro.

Avviata inoltre la copertura sulle azioni Credem con rating hold e prezzo obiettivo di 5,3 euro; e Su Banca popolare di Sondrio con buy e target di 3,1 euro.

Il broker conferma invece il buy su Mediobanca, alzando il target price da 8,40 a 10,30 euro; e su Intesa Sanpaolo, con target che passa da 2 a 2,70 euro.

Barclays ha bocciato le azioni Campari tagliando la raccomandazione da equal weight a underweight e il target price da 8,70 a 8 euro.

Morgan Stanley ha limato il prezzo obiettivo su Prysmian da 30 a 28 euro confermando il giudizio overweight.

Tornando alle trimestrali,
Pirelli ha archiviato il 2020 con un utile netto in forte calo a 42,7 milioni (da 458 milioni nel 2019) su ricavi per 4,3 miliardi, ebit adjusted a 501,2 milioni; Il flusso di cassa ante dividendi è +248,8 milioni; posizione finanziaria netta negativa per 3,25 miliardi da 3,5 miliardi di fine 2019. Quanto alla guidance 2021, ricavi attesi a circa 4,7-4,8 miliardi di euro e margine ebit adjusted tra oltre il 14% e il 15% circa a fronte dell’11,6% del 2020. Il flusso di cassa netto ante dividendi è stimato pari a circa 300-340 milioni dopo investimenti pari a circa il 7% delle vendite.

Il consensus degli analisti raccolto da Pirelli indicava fra l’altro ricavi 2020 a 4,268 miliardi (-19,8%), Ebit adjusted a 499 milioni, risultato netto di 47 milioni, indebitamento netto a 3,318 miliardi.

Per Tod’s il bilancio 2020 si chiude in perdita per 73,2 milioni (da +46,3 milioni nel 2019). I ricavi sono in calo del -30,4% a 637 milioni. Il cda propone di non distribuire dividendo. La società evidenzia una “solida crescita del gruppo nel quarto trimestre 2020, guidata da Cina e dal canale e-commerce”, e un “ottimo inizio del 2021, con dati eccellenti per il marchio Roger Vivier”.

Si riunisce oggi per approvare i conti il cda di Azimut, dopo le anticipazioni del management su un anno record.

Fra le numerose altre trimestrali, attesi i risultati di Atlantia, Diasorin, Brunello Cucinelli, Safilo.

Tornando ai conti societari, su Borsa italiana oggi sono in programma icda di Pirelli e Generali (quest’ultima li diffonderà domani in preapertura).

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura