Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: 29 dicembre 2023 - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 11:45

Borsa italiana oggi: 29 dicembre 2023



Ultima seduta di un anno che ha visto un gran recupero di Piazza Affari

Borsa italiana oggi

Piazza Affari chiude in bellezza un anno di guadagni che ha visto il Ftse Mib mettere a segno un rialzo di +28%. Cresce l’attesa per i potenziali tagli dei tassi da parte di Fed e Bce. (Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,07% a 30.351 punti

Piazza Affari positiva in una giornata senza grandi spunti. Svetta Recordati +0,8% seguita da Unicredit a +0,7%; fanalino di coda Telecom a -1,7%.

Lo spread fra Btp e Bund termina poco mosso a 166 punti seppure in una seduta di prese di beneficio per l’obbligazionario europeo, con il rendimento del decennale italiano in crescita al 3,68% dal 3,58% della vigilia, comunque ben al di sotto dei livelli intorno al 5% toccati a inizio anno quando lo spread con il Bund tedesco a 210 punti di pari passo con i rialzi dei tassi decisi dalla Bce.

Ore 15:15 – Future Usa poco mossi

Future Usa poco mossi. Wall Street sembra in vena di consolidamento dopo un rally che ha visto l’S&P 500 mettere a segno un +24,6% finora quest’anno, a un passo da massimi storici, che sembrano a portata di mano, mentre il Nasdaq si è reso protagonista di un rally con +44,2%, al traino delle big del listino tecnologico; il Dow Jones è cresciuto di circa il 14%, abbastanza per aggiornare il record.

fascia dimagrante

A Piazza Affari il Ftse Mib guadagna a metà pomeriggio circa il +0,4% e a questi livelli il +28,5% da inizio anno.

cuscino lattice economico

Sul forex intanto l’euro/dollaro si avvia a chiudere l’anno sopra 1,10.

Il petrolio tenta un recupero con il Brent a 77 dollari e il Wti a 73 dollari al barile.

Bce verso taglio tassi nel secondo trimestre: sondaggio

La Bce inizierà a tagliare i tassi d’interesse entro il secondo trimestre del 2024, secondo la maggioranza di 48 economisti interpellati in un sondaggio del Financial Times.

Solo 2 tra gli economisti intervistati prevedono che l’avvio al taglio dei tassi avverrà nei primi mesi del 2024, nonostante il mercato sconti oltre il 50% di probabilità che questa mossa avvenga a marzo.

Un terzo degli intervistati pensa che l’istituto guidato da Christine Lagarde aspetterà fino alla seconda metà dell’anno per iniziare a ridurre il costo del denaro, mentre per uno su otto questo non avverrà prima del 2025.

Secondo il 60% degli esperti, l’inflazione raggiungerà la soglia del 2% nel 2024, anche se alcuni hanno affermato che poi potrebbe accelerare nuovamente.

Ore 11:30 – Spread Btp Bund a 166 punti

Spread poco mosso, ma il rendimento del decennale italiano sale di 7 punti base a 3,65% in una seduta di prese di profitto per l’obbligazionario governativo.

Intanto Piazza Affari procede positiva al traino di Recordati, Ferrari, Erg, tutte in rialzo di circa 1 punto percentuale. Sul fondo Tim -1,6%.

Anno stellare per i Magnifici 7 tecnologici: Swissquote

Il Daily Market Brief a cura di Ipek Ozkaderskaya, Senior analyst di Swissquote, fa il punto oggi sull’andamento dei mercati finanziari nel 2023.

“La novità più importante di quest’anno è la nascita di ChatGPT che ha portato l’intelligenza artificiale proprio nel mezzo delle nostre vite. I titoli del Nasdaq 100 chiudono l’anno con un All-Time-High, Nvidia, che è stato il più grande vincitore del rally dell’intelligenza artificiale di quest’anno, ha fatto impallidire tutto ciò in confronto ad esso. Le azioni Nvidia hanno guadagnato oltre il 350% quest’anno. Si tratta di più del doppio della performance di Bitcoin, che ha avuto anche un buon anno, intendiamoci”.

“Oltre a Nvidia, anche Microsoft, Apple, Amazon, Meta, Google e Tesla, i cosiddetti Magnificent 7, hanno generato quasi tutti i rendimenti dell’S&P500 e del Nasdaq100 quest’anno – prosegue l’analisi di Swissquote -. E grazie a queste poche manciate di azioni, il Nasdaq100 si appresta a registrare il suo anno migliore dal 1999, dopo un’impennata di 7 trilioni di dollari”.

“La domanda da un milione di dollari è cosa accadrà l’anno prossimo. Naturalmente, non lo sappiamo, nessuno lo sa, e le nostre sfere di cristallo hanno completamente mancato il rally dell’intelligenza artificiale che ha segnato il 2023, tuttavia l’aspettativa generale è un raffreddamento del rally tecnologico e un riequilibrio tra i grandi titoli tecnologici e l’S&P493 su restringimento del margine di profitto per i Magnifici 7 rispetto al resto dell’indice nel 2024”.

Ore 10:15 – Ftse Mib +0,41% a 30.455 punti

Nuove ricoperture su Erg, già ieri positiva dopo l’acquisizione di un portafoglio eolico e solare da 73,2 MW in Francia; Banca Akros conferma la raccomandazione buy e il target price di 35 euro, mentre il titolo, che avanza di circa 1 punto percentuale, si avvia a chiudere l’anno in recupero ma con un bilancio piatto.

Sul fondo oggi Telecom in calo di mezzo punto percentuale.

Banche contrastate con Mps a -0,5%, Unicredit +1% circa.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, i future sul Ftse Mib anticipano una possibile apertura sopra la parità.

Da segnalare che Ivass ha inviato i suoi ispettori in Unipol. Lo ha scritto oggi il Sole 24 Ore, aggiungendo che la società conferma. L’ispezione sarebbe partita la scorsa primavera e dovrebbe proseguire almeno per tutto il mese di gennaio. Sotto la lente dell’autority c’è il sistema di governance del gruppo, dopo il riassetto che nel 2022 ha visto lo storico ceo, Carlo Cimbri, diventare presidente della holding assicurativa e della controllata, mentre Matteo Laterza ha assunto la carica di direttore generale in Unipol e di amministratore delegato in UnipolSai.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta di consolidamento che ha visto Piazza Affari chiudere in leggero calo (Ftse Mib -0,30% a 30.331 punti). La Borsa italiana è stata in parte sostenuta da acquisti su Iveco, Pirelli, mentre i realizzi hanno preso di mira le banche.

Quella di oggi è l’ultima seduta di un anno che ha visto un gran recupero di Piazza Affari (quasi +30% per il Ftse Mib) su aspettative di una svolta accomodante da parte delle banche centrali che potrebbe presto concretizzarsi. Un rally che comunque ha visto protagoniste soprattutto le banche (Unicredit, Mps) e Leonardo, le prime grazie all’impennata dei margini d’interesse, ora destinati a rallentare, e l’ex Finmeccanica in scia a massimi storici per il settore mondiale della difesa con le rinnovate tensioni internazionali.

I future Usa trattano stamattina sopra la parità.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,22% a 33.464 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1060; il petrolio tenta un recupero con il Brent a 77 dollari e il Wti a 72 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera poco mossa: Dow Jones +0,14% a 37.710 punti, S&P 500 +0,04% a 4.783 punti, Nasdaq -0,03% a 15.095 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

Borsa italiana oggi 25-07-2024 — 08:51

Borsa italiana oggi: trimestrali shock, Stellantis frena, Stm taglia stime

DIRETTA NEWS / Risultati sotto la lente: non mancano nuove sorprese negative e tagli delle stime

continua la lettura
Telegram Finanza Report