Mar 04 Agosto 2020 — 21:26

Ubi Banca, il ceo Massiah pronto a lasciare



Pronto al passo indietro se Intesa dovesse raggiungere il 66,7%. Offerta al rush finale

ubi banca trimestrale

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Il ceo di Ubi Banca, Victor Massiah, è pronto alle dimissioni se l’opas di Intesa Sanpaolo dovesse raggiungere il 66,7% di adesioni. Lo scrive il quotidiano Il Messaggero, mentre l’offerta entra nel rush finale.

Ubi, Massiah pronto a lasciare?

Le azioni apportate all’offerta pubblica di acquisto e di scambio lanciata da Intesa Sanpaolo hanno raggiunto oggi il 32,662%.

Si chiude martedì prossimo. Determinanti saranno le adesioni all’ops da parte di fondi e piccoli azionisti.

Intesa e il suo ceo Carlo Messina puntano al 50% più un’azione. Ma se fosse raggiunto il “bersaglio grosso” dei due terzi, il ceo Victor Massiah sarebbe pronto al passo indietro.

Ubi, Massiah non rivendica bonus extra

Nel corso del cda di ieri, secondo quanto scrive il giornale romano, Massiah avrebbe esternato la sua volontà di lasciare, in caso di raggiungimento del 66,7%, per coerenza con la posizione assunta contro l’offerta.

In tal caso la semestrale che sarà portata sul tavolo del cda il prossimo 3 agosto potrebbe essere il suo ultimo atto in qualità di ceo di Ubi Banca.

Pare che Massiah non intenda rivendicare bonus extra.

Ubi respinge il rilancio di Intesa

Intanto il cda di Ubi ha nuovamente respinto l’opas di Intesa, giudicandola insufficiente anche dopo il rilancio con cui Intesa ha messo sul piatto ulteriori 652 milioni cash, cifra che non colma secondo gli advisor di Ubi (Credit Suisse e Goldman Sachs gli autori della fairness opinion) la sottovalutazione stimata in 1,1 miliardi di euro.

La parte cash si somma al concambio di 1,7 azioni Intesa per ciascuna azione Ubi.

Filiali a Bper

Si chiude il 28 luglio: l’efficacia dell’ops è subordinata al raggiungimento di almeno il 50% di Ubi più un’azione ma Cà de Sass punta al 66,7% in modo da garantirsi il controllo dell’assemblea straordinaria e procedere alla fusione con Ubi e alla vendita dei sportelli a Bper senza il rischio di contenziosi.

Bper per acquisire le filiali lancerebbe un aumento di capitale nella seconda metà di settembre stimato in 700-800 milioni.

In Borsa le azioni Intesa Sanpaolo segnano in chiusura -1,83% a 1,8154 euro; Ubi -1,20% a 3,628 euro in linea con la giornata di forti realizzi a Piazza Affari.

borsa italiana oggi 04-08-2020 — 08:23

Borsa italiana oggi: Intesa Sanpaolo, Fca, Exor

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura