Mer 26 Giugno 2019 — 12:51

Carige: disgelo con Apollo su assicurazioni, farà un’offerta per la banca?



Un accordo raggiunto tra Carige e Apollo sul nodo assicurazioni potrebbe preludere a un’offerta del fondo Usa per la banca, superando i rapporti burrascosi di questi anni

Carige news di Borsa

Un accordo raggiunto tra Carige e Apollo sul nodo assicurazioni potrebbe preludere a un’offerta del fondo Usa per la banca, superando i rapporti burrascosi di questi anni. La notizia viene riportata dal Sole 24 Ore. Apollo è uno dei fondi interessati al salvataggio di Carige assieme a Warburg Pincus e Varde, cui si sarebbe aggiunto Helmann & Friedman (H&F).

Carige e Apollo, accordo su cessione assicurazioni

Una possibile svolta sarebbe arrivata con un accordo firmato da Carige e Apollo che dovrebbe ripianare, con un anno di anticipo rispetto al 2020, le rispettive rivendicazioni relative al contratto di cessione delle assicurazioni (Gruppo Amissima) rilevate dal fondo Usa nel 2015.

I commissari della banca, Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener, secondo il Sole 24 Ore, hanno firmato una transazione con Apollo che prevede il versamento complessivo di circa 29 milioni da parte di Carige (differenza tra 92 milioni finanziati all’epoca dalla stessa Carige e 121 milioni tra penali scattate nel contratto sulle polizze e altre rivendicazioni di Apollo).

Carige, ora Apollo farà un’offerta?

Si tratta ora di vedere se l’evidente segnale di disgelo si tradurrà in un’offerta per la banca da parte del fondo americano. Una mossa che sarebbe subordinata al ritiro da parte di Carige della richiesta danni per 1,25 miliardi nei confronti di Apollo e degli ex vertici della banca (il presidente Cesare Castelbarco e l’ad Piero Montani, che si sono però aggiudicati la vittoria in primo grado, assieme al fondo) per il caso delle assicurazioni e per un tentativo di acquisizione respinto all’epoca dalla famiglia Malacalza.

Per Carige in corsa anche Warburg Pincus, Varde Partners e Helmann & Friedman (H&F)

Oltre ad Apollo, come detto, altri fondi interessati alla banca sarebbero Warburg Pincus, Varde Partners e Helmann & Friedman (H&F), gruppo che due anni fa acquisì da Intesa Sanpaolo, assieme al fondo sovrano di Singapore Gic, la piattaforma distributiva Allfunds Bank.

Apollo avrebbe però un ulteriore motivo d’interesse per salvare in Carige: mantenere in vita il contratto di distribuzione delle polizze Amissima a fronte del rischio di una liquidazione coatta per Carige se la Ue non dovesse acconsentire alla ricapitalizzazione pubblica.

La ricapitalizzazione precauzionale, già prevista dal decreto Carige dello scorso gennaio, dovrebbe essere autorizzata da Bruxelles, che potrebbe ammetterla, riconoscendo l’interesse sistemico della banca, oppure rigettarla.

Il tempo comunque stringe. Il mandato dei commissari Bce, già prorogato di 6 mesi, scade il prossimo 30 settembre.

officina stellare 26-06-2019 — 10:58

Officina Stellare, decolla al debutto su Aim di Borsa Italiana

La società, basata a Sarcedo (Vicenza), punta a imporsi a livello internazionale “Space Factory” di riferimento

continua la lettura