Dom 24 Marzo 2019 — 02:48

Banca Ifis: nuovo ad Luciano Colombini, in arrivo da Finint



Classe 1955, Colombini ha iniziato la sua carriera alla Banca di Roma nei primi anni Ottanta e ha ricoperto incarichi di vertice alla Banca Popolare di Vicenza (dove è rimasto fino al 2007), Banco Popolare, Unipol Banca e Banco Desio

ifis colombini

Banca Ifis si conferma debole in Borsa all’indomani di un crollo di oltre l’11% dopo il mancato rinnovo del mandato all’ad Giovanni Bossi, che a partire da aprile dirà addio all’istituto mestrino dopo ben 24 anni. A sostituirlo, secondo quanto ha reso noto ieri sera Banca Ifis, sarà Luciano Colombini, oggi alla guida di Banca Finint.

Classe 1955, Colombini ha iniziato la sua carriera alla Banca di Roma nei primi anni Ottanta e ha ricoperto incarichi di vertice alla Banca Popolare di Vicenza (dove è rimasto fino al 2007), Banco Popolare, Unipol Banca e Banco Desio.

Colombini è l’attuale numero uno del gruppo Banca Finint, istituto veneto leader nel mercato italiano delle cartolarizzazioni.

In base alle linee guida annunciate nei giorni scorsi, l’azione manageriale richiesta nel corso del prossimo triennio al nuovo amministratore delegato “sarà volta al necessario consolidamento e razionalizzazione della crescita per linee esterne efficacemente realizzata negli ultimi anni, con particolare riferimento al prosieguo dell’attività core legata all’acquisto, la gestione e il recupero degli Npl, allo sviluppo dell’attività internazionale già presente in alcune componenti del Gruppo ma con ampi margini di crescita nonché ad una rinnovata attenzione alle nuove tecnologie a supporto del business”.

Sarà inoltre “oggetto di uno specifico investimento il supporto attraverso prodotti di credito sia tradizionali che innovativi al mondo delle imprese corporate, con particolare riguardo al Triveneto”. Inoltre sarà analizzata la struttura dei costi, “anch’essa da ottimizzare a valle dell’impetuoso processo di crescita recentemente realizzato”, nonché la diversificazione e la selezione delle attività “ai fini dell’attenuazione del rischio di concentrazione e dell’ottimizzazione dell’impiego del capitale regolamentare”.

In Borsa alle ore 9,43 Banca Ifis segna un ribasso del 2,15% a 15,44 euro, proseguendo la scia negativa di ieri.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura