Lun 25 Maggio 2020 — 15:15

Fca tratta con Intesa Sp un maxi prestito con garanzie Sace



In vista un paracadute pubblico da 6,3 miliardi per sostenere le finanze di Fca Italy

Fca sace

Fca tratta con Intesa Sanpaolo per un maxi prestito da 6,3 miliardi con garanzie Sace. Lo scrive Bloomberg. Si tratterebbe in sostanza di un paracadute pubblico per il gruppo auto controllato dagli Agnelli.

Fca-Sace, voci su maxi prestito garantito

Fca, scrive Bloomberg, è in trattativa con Intesa Sanpaolo per ottenere una linea di credito garantita dallo stato di circa 6,3 miliardi di euro. Obiettivo, secondo le fonti dell’agenzia Usa, mettere le finanze della casa automobilistica al riparo dalla profonda causata dal coronavirus.

La Sace fornirà una garanzia pubblica per l’80% dell’importo, spiegano le fonti.

Il prestito a Fca Italy dovrà superare il vaglio del cda Intesa, per poi passare alla Sace nonché al Mef che dovrà autorizzare la garanzia tramite decreto ministeriale.

No comment dai soggetti interessati.

Il nodo dividendo

La mossa sarebbe da ricondurre alla decisione annunciata ieri di cancellare il dividendo Fiat Chrysler da 1,1 miliardi previsto quest’anno (a valere sul 2019). Infatti una delle condizioni per accedere alla garanzia Sace è quella di non approvare la distribuzione di cedole o l’acquisto di azioni proprie nel corso del 2020.

Fca ha rinunciato al dividendo 2020 al pari del futuro partner Peugeot. Il mercato ragiona ora sulla sostenibilità del maxi dividendo straordinario promesso da Fiat in caso di fusione. In ogni caso la distribuzione di questa cedola da 5,5 miliardi ricadrebbe nel 2021 e non metterebbe a rischio il prestito attualmente oggetto di trattativa.

In Borsa alle ore 17,14 Fca +0,2% a 7,182 euro, con la controllante Exor che rimbalza del 2,96% a 43,12 euro dopo le forti vendite di ieri, e il Ftse Mib poco mosso.

Unicredit intesa ubi 25-05-2020 — 08:33

Unicredit, ammessa da antitrust all’istruttoria Intesa-Ubi

Una mossa che secondo alcuni osservatori sarebbe arrivata a sorpresa, e che in ogni caso contribuisce a mettere in bilico l’offerta di Intesa Sanpaolo. Intanto i tempi si allungano

continua la lettura