Ven 31 Marzo 2023 — 15:33

Borsa Milano oggi in caduta libera con Saipem, Mps, Unicredit



Seduta ad alta tensione in vista delle prossime mosse delle banche centrali, domani la Bce. Inoltre torna l’allarme per il Credit Suisse

Borsa italiana oggi

Borsa italiana oggi fortemente negativa, in una seduta nervosa e volatile dopo i violenti realizzi di lunedì scorso (-4%) solo in parte compensati dal rimbalzo di ieri (+2,3%). Se i timori legati al fallimento dell’americana Silicon Valley Bank sembrano in parte superati, restano quelli sulla reazione delle banche centrali, che ora nelle loro delicate scelte dovranno tenere conto anche del rischio per la stabilità finanziaria. In questo quadro la Bce si riunisce domani avendo preannunciato un altro rialzo dei tassi di ben mezzo punto percentuale, allo scopo di contenere l’inflazione; la Fed e la Bank of England, che si riuniscono invece la prossima settimana, dovrebbero contenere la stretta a un quarto di punto, almeno stando alle previsioni del mercato. Il comparto bancario però soffre oggi anche in scia ai nuovi problemi del Credit Suisse, dopo che il suo principale investitore saudita, la Saudi National Bank, ha precisato di non volere fornire ulteriore sostegno finanziario alla banca svizzera, ufficialmente per non superare la soglia del 10%. Inoltre la Bce avrebbe chiesto agli istituti vigilati dell’eurozona di fare chiarezza sulla propria esposizione allo stesso Credit Suisse, istituto che peraltro da diversi mesi è alle prese con alcune vicissitudini. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna un tonfo in chiusura di -4,61% a 25.565 punti , peggiore d’Europa, mentre Wall Street procede a sua volta in ribasso, seppure più moderato.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 198 da 184 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si ritira a 4,09%, calando meno però di quello dell’omologo titolo tedesco.

Sul forex, l’euro scivola a 1,0540 contro il dollaro, comprato anche come bene rifugio; il petrolio cede altro terreno con il Brent a 72 dollari al barile e il Wti a 66 dollari.

Borsa Milano oggi 15 marzo 2023

Sul Ftse Mib occhi puntati su Telecom (Tim) nel giorno del cda che ha esaminato le offerte per la rete, con il titolo che limita i danni, per così dire, a -3%.

Banche ancora al centro di turbolenze con Intesa Sanpaolo, Bper, Banco Bpm, Fineco tutte in forte calo fino a 7-8%, le peggiori sono Unicredit -9% e Mps -10%.

In fondo al listino principale anche i petroliferi con Tenaris a circa -9%, Saipem -9,8%, mentre Eni segna -5,6%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Jp Morgan ha alzato il prezzo obiettivo su Generali all’indomani dei risultati 2022, da 19,50 a 20 euro, confermando il giudizio neutral; il titolo però è fra i peggiori con -6%.

Hsbc ha ripreso a seguire Enel (-2,2% dopo i guadagni della mattinata) con un rating buy e prezzo obiettivo di 6,70 euro.

Inoltre Hsbc assegna a Snam (-1,6%) un rating hold con target price a 5 euro; e ha riavviato la copertura su Terna (+0,4%) con hold e un target di 8 euro, quest’ultimo fra i pochi titoli positivi del listino principale assieme a Campari +0,5% ed Erg poco sopra la parità dopo i conti.

pedranzini sondrio 31-03-2023 — 03:19

Popolare Sondrio, lista cda conferma ad Pedranzini per il triennio 2023-2025

Lino Enrico Stoppani punta invece ealla riconferma come vicepresidente, tre donne indicate come consiglieri indipendenti

continua la lettura