Mer 28 Settembre 2022 — 01:41

Borsa Milano oggi in rialzo: bene Stm e Banco Bpm



Il mercato prova ad arginare i timori legati all’impatto della guerra in Ucraina e alla prossima stretta delle banche centrali. Stasera uscirà il Beige Book della Fed

Borsa italiana oggi

Borsa italiana oggi in buon recupero dopo il debole avvio di settimana condizionato dallo stacco delle cedole. Il mercato prova ad arginare i timori legati all’impatto della guerra in Ucraina e alla prossima stretta delle banche centrali; proprio stasera uscirà il Beige Book della Fed in vista del Fomc di maggio. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,03% a 24.878 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street procede contrastata.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 166 da 163 punti base della seduta precedente, mentre il rendimento del titolo italiano si attesta a 2,51%.

Sul forex, l’euro rimbalza sopra 1,08 contro il dollaro; il petrolio arretra con il Brent a 105 dollari e il Wti a 100 dollari al barile.

Borsa Milano oggi: in luce Banco Bpm

Sulla Borsa italiana in evidenza le azioni Banco Bpm che mettono a segno un rialzo di oltre il 4% sui rumors riguardanti il dossier bancassicurazione e dopo che Mediobanca ha promosso il titolo a outperform con target price di 3,6 euro.

Nel comparto bene anche Bper +3,5%, Intesa Sp +2,4%, Unicredit a +1,5%.

In spolvero Stmicroelectronics (Stm) con un +3,2% dopo il conti della rivale Asml.

Fra le altre raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Morgan Stanley hanno alzato il rating sulle azioni Leonardo da equal weight a overweight con un prezzo obiettivo di 11,80 euro, il titolo guadagna circa il 2%.

Fincantieri sotto la parità (-0,5%) che il socio Cdp ha indicato Claudio Graziano come nuovo presidente e Pierroberto Folgiero, attuale numero uno di Maire Tecnimont (+3,5%), quale nuovo amministratore delegato al posto di Giuseppe Bono che lascia dopo vent’anni.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura