Ven 18 Giugno 2021 — 11:51

Borsa italiana oggi: Unipol, Unicredit, Diasorin, Franchi Umberto Marmi



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere debole (Ftse Mib -0,40% a 25.638 punti). La Borsa italiana come gli altri listini internazionali ha avuto una reazione sostanzialmente neutra alle importanti indicazioni arrivate da Bce e inflazione Usa. Gli acquisti hanno preso di mira Stm, Eni e Unicredit; prese di beneficio invece su auto (Stellantis) e industriali (Prysmian, Cnh).

Se Francoforte ha confermato la sua politica accomodante e gli attuali ritmi di acquisto titoli, l’indice dei prezzi Usa è balzato oltre le attese e si attende ora la prossima settimana per conoscere le mosse della Fed.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,03% a 28.948 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si rafforza leggermente a 1,2190; il petrolio consolida con il Brent a 72 dollari e il Wti a 70 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,06% a 34.466 punti, S&P 500 +0,47% a 4.239 punti, Nasdaq +0,78% a 14.020 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che Fitch ha alzato l’Insurer Financial Strength Rating (Ifsr) di UnipolSai. a BBB+ da BBB, ovvero due notch sopra il rating dell’ Italia (BBB- / Outlook stabile). Conseguentemente anche il Long-Term Issuer Default Rating (Idr) assegnato a Unipol è passato a BBB da BBB- e i rating delle emissioni di debito del Gruppo Unipol sono tutti migliorati di un gradino. L’agenzia di rating ha, nel contempo, mantenuto l’outlook a stabile. Nella sua decisione Fitch ha riconosciuto la validità della strategia e i risultati conseguiti dal gruppo in particolare in merito alla diminuzione del rischio di concentrazione nel portafoglio di investimento, e al conseguente rafforzamento del patrimonio nel 2020.

Da segnalare la mossa di Unicredit, con il nuovo ceo Andrea Orcel che ha deciso di mettere mano al calendario finanziario per accelerare l’esame e la presentazione dei conti trimestrali, in linea con le best practice internazionali. Il cda sui risultati del secondo trimestre si terrà quindi il 29 luglio e non più il 4 agosto; lo stesso sarà fatto per il terzo trimestre. Allo stesso tempo però, secondo quanto scrive oggi il Sole 24 Ore, “la banca starebbe d’altra parte
valutando un allungamento dei tempi in vista dell’elaborazione del nuovo piano industriale. Inizialmente previsto a luglio, poi a settembre, il nuovo piano potrebbe vedere la luce tra fine settembre e inizio ottobre. Si vedrà se tale decisione si intersecherà o meno con il dossier Monte dei Paschi”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Berenberg hanno rivisto il rating su Diasorin da hold a buy, alzando il target price da 150 a 170 euro.

Inoltre Berenberg ha alzato il prezzo obiettivo su Franchi Umberto Marmi da 12,50 a 13 euro confermando la raccomandazione buy.

Via libera della Consob alla pubblicazione del prospetto informativo dell’aumento di capitale da 600 milioni di Autogrill deliberato lo scorso 8 giugno dal cda a seguito della delega concessa in assemblea lo scorso 25 febbraio. Confermato il calendario dell’offerta in opzione, i cui diritti saranno esercitabili dal 14 giugno al 29 giugno e negoziabili dal 14 al 23 giugno.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, da segnalare che il cda di Sicit ha espresso parere favorevole al prezzo dell’opa di Circular Bidco a 15,45 euro per azione. L’offerta, che parte il prossimo 14 giugno, si concluderà il 7 luglio. IL parere favorevole del cda segue quello contrario espresso dal socio PromoSprint e alcune integrazioni al prospetto chieste lo scorso 15 maggio dalla Consob.

Special Packaging Solutions Investments, veicolo controllato da Investindustrial, al termine del periodo di adesione all’offerta pubblica di acquisto su Guala Closures arriverà a detenere complessivamente il 94,9% del capitale sociale e dei diritti di voto della società. Il periodo di sell-out, come concordato con Borsa Italiana, avrà inizio il 18 giugno prossimo per terminare l’8 luglio.

stellantis target price 18-06-2021 — 11:49

Stellantis, target di Oddo a 23 euro in attesa “Electrification Day”

Il broker punta sulle strategie di elettrificazione che saranno svelate a luglio. “Titolo ampiamente sottovalutato”

continua la lettura