Mar 22 Ottobre 2019 — 14:43

Mps, offerte dai fondi per portafoglio di immobili. Incognite sulla bad bank



La banca resta sotto la lente del mercato, anche in vista del piano del Mef per l’uscita dal capitale

mps bad bank news

Banca Mps resta sotto la lente, mentre diversi fondi d’investimento si sono fatti avanti per il portafoglio di immobili da oltre 300 milioni messo in vendita lo scorso luglio. Fa discutere intanto l’ipotesi circolate nei giorni scorsi di una suddivisione di Mps tra good bank e bad bank.

Immobili Mps, offerte dai fondi

Le offerte per gli immobili di Mps sono arrivate ieri sul tavolo dell’advisor Duff & Phelps Reag e, secondo quanto anticipa il Sole 24 Ore, sarebbero giunte da investitori come Apollo, Varde, Blackstone (affiancato secondo i rumors da Mediobanca e Lazard), Cerberus, Partners group, Starwood, Bain capital, Oaktree, Lonestar. Le offerte vincolanti sono attese per fine settembre-inizio ottobre.

Il portafoglio comprende immobili di pregio fra cui spiccano la sede storica di Mps a Milano, in via Santa Margherita 11, nei pressi della Scala e due edifici in via del Corso a Roma.

Mps e l’ipotesi bad bank

Inoltre crescono le aspettative per il piano del Mef sull’uscita dal capitale della banca senese entro il 2021, che il Tesoro (azionista con oltre il 68%) dovrà comunicare alla Ue nelle prossime settimane.

Ricostruzioni di stampa hanno rispolverato i rumors su una maxi cessione di Npl alla Sga, nell’ordine degli 8 miliardi, aggiornandoli con l’ipotesi della creazione di una bad bank. Un deconsolidamento di questa taglia consentirebbe comunque solo di ridurre la mole di crediti deteriorati in pancia a Mps, abbassando l’Npl ratio lordo sotto l’asticella del 10%.

Quello che appare certo è che il Mef proseguirà sulla strada della pulizia di bilancio, nel tentativo di rendere eventualmente più appetibile la Banca Monte dei Paschi di Siena, in modo da accelerarne la vendita e accontentare le richieste della Dg Comp europea.

Ed è molto probabile che un ruolo centrale possa essere ricoperto dalla Sga, a sua volta controllata dal Tesoro, e già protagonista di altre operazioni come quella che venerdì dovrà essere sottoposta agli azionisti di Carige, per quanto il voto sia in bilico.

In Borsa alle ore 11,02 le azioni Banca Mps segnano -1,02% a 1,646 euro, consolidando dopo i continui rialzi dei giorni scorsi.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura