Dom 21 Luglio 2019 — 11:55

Carige, salvataggio al rush finale? In campo Apollo, banche e Bce



In alternativa, secondo indiscrezioni di stampa sarebbe allo studio una possibile soluzione di sistema che vedrebbe il salvataggio da parte delle banche

carige news piano

Il salvataggio di Banca Carige, commissariata e sospesa dalla Borsa da inizio anno, potrebbe decidersi in questi giorni. Mercoledì ci sarà un vertice in Bce e già oggi il Fondo interbancario dovrebbe tornare a riunirsi per valutare una proposta del fondo Apollo opportunamente aggiornata e corretta dopo che la prima stesura aveva provocato forti perplessità da parte delle banche, ma anche dell’azionista di riferimento Malacalza. In alternativa, secondo indiscrezioni di stampa sarebbe allo studio una possibile soluzione di sistema che vedrebbe il salvataggio da parte delle banche (vedi più sotto).

Carige, proposta Apollo al vaglio di Fitd e Bce

Mercoledì prossimo il dossier Bce tornerà sul tavolo della Bce nella riunione in programma del Supervisory board di Francoforte. La stessa Bce nei giorni scorsi aveva respinto la prima bozza firmata dal fondo Usa Apollo, assistito da Equita Sim, basata su un aumento di capitale fino a 500 milioni (contro i 630 milioni ipotizzati dal piano dei commissari.

La nuova proposta, che ha l’obiettivo di tradursi in un’offerta vincolante, dovrebbe così allinearsi alle intenzioni dei commissari Modiano, Innocenzi, Lener sulla taglia della ricapitalizzazione e verosimilmente prevedere una cura dimagrante in termini di filiali e dipendenti. Il fondo interbancario nell’operazione convertirà il bond subordinato.

Carige, resta l’incognita Malacalza

Resta invece da sciogliere l’incognita Malacalza. L’imprenditore piacentino trapiantato a Genova non solo non avrebbe gradito il modus operandi del fondo Apollo, ma secondo indiscrezioni di stampa avrebbe mal digerito anche l’accordo stretto dai commissari con Apollo per chiudere il contenzioso di vecchia data con il fondo americano relativo alla cessione del ramo assicurazioni.

Al punto che, secondo quanto scritto dal quotidiano Il Messaggero, la famiglia Malacalza avrebbe declinato l’invito dei commissari a un incontro con i manager del fondo americano.

Carige, spunta ipotesi salvataggio di sistema

Spunta però anche l’ipotesi di una soluzione di sistema. Lo scrive oggi La Stampa, secondo cui le banche italiane, che hanno appunto sottoscritto il bond da 320 milioni, verserebbero altro denaro per sostenere un aumento di capitale da condividere esclusivamente con gli attuali soci della banca, da Malacalza Investimenti a scendere fino ai piccoli azionisti passando attraverso Gabriele Volpi, Raffaele Mincione e Aldo Spinelli.

Questo piano di salvataggio prevederebbe un aumento di capitale da 630 milioni così ripartito: 312 garantiti dalla conversione in azioni del bond sottoscritto lo scorso novembre dallo Schema volontario del Fitd (che diventerebbe azionista con il 49%) più 150 milioni versati da un consorzio di banche che avrebbe tra il 10% e il 12% di Carige. I restanti 170 milioni dovrebbero essere versati dall’attuale compagine azionaria, a cominciare da Malacalza.

pirelli tronchetti provera 19-07-2019 — 11:05

Pirelli, Tronchetti Provera alla guida fino al 2023

Verso il rinnovo dei patti con ChemChina, sarebbe inoltre vicina l’attesa integrazione tra Prometeon e la cinese Aeolus nei pneumatici industriali

continua la lettura