Mer 24 Aprile 2019 — 12:56

Unicredit, per caso diamanti chiesti rimborsi per 215 milioni



L’istituto, in base alla relazione del Collegio sindacale citata nel bilancio 2018 della banca, ha già rimborsato 1.623 clienti per circa 74 milioni

unicredit news

Per il caso dei diamanti da investimento sono pervenute a Unicredit 5.680 richieste di rimborso per un controvalore di 215 milioni. L’istituto, in base alla relazione del Collegio sindacale citata nel bilancio 2018 della banca, ha già rimborsato 1.623 clienti per circa 74 milioni (controvalore degli acquisti originari).

Unicredit si trova come previsto in una situazione più agevole rispetto a Banco Bpm, che nel bilancio 2018 evidenzia richieste di rimborso per 430 milioni legate al caso dei diamanti a prezzi gonfiati.

La banca guidata dall’ad Jean Pierre Mustier ricorda comunque che “già nel corso del 2017 ha avviato un’iniziativa di customer care che prevede, al ricorrere di determinate condizioni, la disponibilità ad intervenire” per riconoscere alla clientela l’originario costo sostenuto per l’acquisto dei diamanti “e il conseguente ritiro delle pietre”. Unicredit inoltre, “al fine di fronteggiare i probabili rischi di perdita connessi ai riacquisti dei diamanti”, spiega che “è stato costituito un apposito Fondo per rischi ed oneri, alla cui determinazione hanno contribuito anche i risultati di uno studio peritale indipendente sulla valorizzazione delle pietre”.

Eni news 24-04-2019 — 10:53

Eni, primo trimestre previsto in crescita

Il gruppo dovrebbe chiudere i primi tre mesi dell’anno con un utile operativo adjusted di 2,53 miliardi dai 2,38 miliardi del primo trimestre 2018, con il contributo decisivo come sempre dell’esplorazione & produzione

continua la lettura