Mer 24 Aprile 2019 — 12:58

Banco Bpm, sui diamanti domande di rimborso per 430 milioni



Le cifre vengono indicate nel bilancio 2018, precisando che le risorse finanziarie complessivamente messe a disposizione per gli indennizzi ammontano a 318,3 milioni, di cui 33,1 milioni già utilizzati nel 2018 per chiudere una parte dei contenziosi

diamanti da investimento banche

Banco Bpm, l’istituto più esposto alla vicenda dei diamanti da investimento a prezzi gonfiati, ha ricevuto 13.300 reclami da parte dei clienti, con richieste di rimborsi per 430 milioni di euro. Le cifre vengono indicate nel bilancio 2018, precisando che le risorse finanziarie complessivamente messe a disposizione per gli indennizzi ammontano a 318,3 milioni, di cui 33,1 milioni già utilizzati nel 2018 per chiudere una parte dei contenziosi.

Al 31 gennaio scorso la task force messa in piedi dalla banca per gestire la vicenda, composta da circa 150 dipendenti, ha completato l’istruttoria su 9.499 reclami ed ha chiuso 2.570 transazioni. L’approccio adottato consiste in una “valutazione caso per caso degli elementi evidenziati dalla clientela e della fondatezza dei medesimi”.

Bpm, che ha sospeso il direttore generale Maurizio Faroni e altri due dirigenti indagati, ha “disposto severe attività di audit interne ed esterne, collaborato con le autorità, effettuato scelte di discontinuità e disposto adeguati accantonamenti” e “ha quindi adottato e continuerà ad adottare ogni provvedimento, per quanto doloroso, che si riveli necessario e opportuno, ai fini del ripristino delle relazioni con la clientela a suo tempo coinvolta”, tra cui figura anche la rockstar Vasco Rossi.

Eni news 24-04-2019 — 10:53

Eni, primo trimestre previsto in crescita

Il gruppo dovrebbe chiudere i primi tre mesi dell’anno con un utile operativo adjusted di 2,53 miliardi dai 2,38 miliardi del primo trimestre 2018, con il contributo decisivo come sempre dell’esplorazione & produzione

continua la lettura