Gio 22 Agosto 2019 — 03:34

Banco Bpm, corre ai ripari su caso diamanti



Avviata una task force per gestire tutte le procedure di conciliazione

diamanti da investimento banche

Banco Bpm corre ai ripari dopo l’inchiesta della Procura di Milano sul caso dei diamanti da investimento. L’istituto di Piazza Meda, coinvolto assieme alla controllata Aletti, oltre a Mps, Unicredit e Intesa Sanpaolo, ha dato vita a una task force per gestire le procure di conciliazione con i clienti. Lo scrive stamani il quotidiano MF.

Banco Bpm si è visto sequestrare dalla Guardia di Finanza 84,6 milioni, circostanza che ne fa l’istituto di credito più colpito nell’inchiesta sui diamanti.

La banca guidata da Giuseppe Castagna aveva comunque già disposto appositi accantonamenti nel bilancio 2018, chiuso in perdita per 59,43 milioni. Nell’inchiesta risulta indagato il dg Faroni. I diamanti ceduti allo sportello erano offerti dal broker Intermarket Diamond Business (Idb).

La nuova task force, composta da 100 funzionari, avrà il compito di gestire tutte le procedure di conciliazione legate a istanze e cause promosse dalla clientela.

In Borsa le azioni Banco Bpm, ieri in buon recupero, finiscono stamani nel mirino dei realizzi. Il titolo alle ore 9,44 segna -0,48% a 1,9326 euro.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura