Lun 26 Ottobre 2020 — 08:08

Borsa italiana oggi: Enel, Bper, Mediobanca, Mps



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -1,31% a 17.159 punti). La Borsa italiana come gli altri listini internazionali continua a scontare le incertezze sull’impatto del coronavirus.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,28% a 19,674 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,0790 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 29 dollari e il Wti a 24 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,91% a 23.664 punti, S&P 500 -0,70% a 2.848 punti, Nasdaq +0,51% a 8.854 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano il focus resta sulla carrellata di trimestrali, con diverse big che diffondono i risultati in queste ore. Fra queste, Enel ha chiuso il primo trimestre 2020 con un utile netto ordinario di 1,281 miliardi (+10,5%, sopra attese per 1,2 mld) anche se i ricavi flettono su base annua del 12,2% a 19,985 miliardi di euro. Il gruppo sottolinea tuttavia che “non si hanno al momento evidenze di impatti significativi” da Covid-19. L’indebitamento finanziario netto sale a 47,097 miliardi (dai 45,175 miliardi a fine 2019 e contro attese per 46,9 miliardi).

Sempre fra le utilities, Snam ha diffuso questa mattina un utile netto trimestrale a 298 milioni di euro (+5,3%) e si aspetta a sua volta “impatti limitati” dall’emergenza macroeconomica.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Hsbc hanno tagliato il target price su Salvatore Ferragamo da 18 a 12 euro confermando il giudizio hold.

Credit Suisse ha ridotto il prezzo obiettivo su Unicredit da 12,50 a 11 euro confermando il rating outperform.

Jp Morgan ha limato il target su Unipolsai da 2,50 a 2,25 euro con raccomandazione neutral; e su Unipol da 6,35 a 5,30 euro confermando l’Overweight.

Tornando alle trimestrali, Bper ha archiviato il trimestre con un utile netto di 6,1 milioni da 48 milioni dello stesso trimestre 2019 e meno delle stime di consenso per 15,3 milioni, scontando anche “rettifiche addizionali su crediti per circa 50 milioni, quale primo significativo intervento a seguito del peggioramento del contesto macroeconomico causato dall’emergenza sanitaria”. Da segnalare che l’ad Vandelli quantifica al momento in 500 milioni l’aumento di capitale per acquisire le filiali di Ubi Banca, nel caso vada in porto l’Ops di Intesa Sanpaolo, a fronte della delega per raccogliere fino a 1 miliardo. Inoltre la banca è fiduciosa di poter procedere alla cessione di un portafoglio di Npl da 1,2 miliardi “all’inizio di giugno”.

Creval triplica l’utile trimestrale a 25,3 milioni da 8,4 del primo trimestre 2019, mentre calano i ricavi con margine d’interesse -11,6% a 80,7 milioni, conmissioni -5,5%; oneri in calo del 9,6% a 101,9 mln.

Oggi saranno svelati i conti del primo trimestre di Banca Mps, con attese degli analisti per un ritorno al rosso dal netto di +28 milioni dello stesso periodo del 2019. Conference alle ore 12.

Da parte sua Mediobanca alzerà il velo sui risultati dei primi 9 mesi dell’esercizio fiscale, dati che saranno commentati in conference alle ore 14.

Questa sera a mercato chiuso toccherà a Banco Bpm (conference call ore 18,30): il consensus degli analisti prevede fra l’altro un utile netto di 108,5 milioni su ricavi sostanzialmente stabili appena sopra 1 miliardo.

Sempre questa sera si conosceranno i risultati di Leonardo, che nel frattempo ha annunciato di avere sottoscritto due nuove linee di credito con un pool di banche internazionali per un valore di 2 miliardi di euro. Questo importo, sommato alle disponibilità liquide e alle linee di credito preesistenti, consente all’ex Finmeccanica di contare su una liquidità totale di oltre 5 miliardi.

Si riuniscono per l’approvazione dei conti anche i cda di: Recordati, Anima Holding, Banca Mediolanum, Banca Profilo, Banco Desio, BasicNet, Be, Brunello Cucinelli, Credem, D’Amico, Elica, Geox, Igd, Maire Tecnimont, Monrif, Poligrafici Editoriale.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, da segnalare che il presidente di Snam Luca Dal Fabbro ha deciso di lasciare l’incarico alla prossima assemblea degli azionisti per lanciare il primo fondo italiano di private equity sull’economia circolare. Dal Fabbro, spiega una nota, resterà vice presidente di Fondazione Snam.

azioni unicredit 23-10-2020 — 11:44

Azioni Unicredit, Goldman Sachs conferma buy. Banco Bpm tagliato a neutral

Il broker alza il prezzo obiettivo dei due istituti incorporando nei target le probabilità di M&A

continua la lettura