Lun 20 Maggio 2019 — 03:38

Tim: anche Glass Lewis contro proposta Vivendi, ma torna ipotesi di un accordo



Se l’assemblea di Tim dovesse infatti respingere la proposta di revoca di cinque consiglieri targati Elliott, e in particolare il presidente Conti, lo scontro in mancanza di un accordo sarebbe destinato a proseguire

Tim News

Anche il proxy advisor Glass Lewis, dopo analoghi provvedimenti di Iss e Frontis, ha raccomandato agli azionisti di Tim di votare contro le proposte di Vivendi, schierandosi al fianco di Elliott in vista della prossima assemblea dei soci del prossimo 29 marzo. La decisione arriva nel giorno in cui è riunito il cda di Telecom per valutare la relazione dei sindaci, che ha messo ancora una volta ai ferri corti Vivendi e Elliott. E torna a fare capolino l’ipotesi di un accordo.

Se l’assemblea di Tim dovesse infatti respingere la proposta di revoca di cinque consiglieri targati Elliott, e in particolare il presidente Conti, lo scontro in mancanza di un accordo sarebbe destinato a proseguire.

Di qui la necessità di una mediazione, con il Sole 24 ore che nell’edizione odierna parla di “movimenti dietro le quinte” per cercare una tregua. Fra le ipotesi, quella di una presidenza affidata a Alessandro Falciai (ex Mps) al posto di Fulvio Conti. Ma quest’ultimo non sarebbe disponibile a farsi da parte.

Inoltre resta il problema della rappresentatività della Cdp, che proprio in queste ore verosimilmente si sta portando al 10% dell’azienda telefonica. La soluzione più idonea, per quanto apparentemente traumatica, sarebbe quindi il rinnovo totale del board.

Tornando alle analisi dei proxy advisor, quella di Glass Lewis evidenzia che la richiesta di rimuovere 5 consiglieri di Elliott non ha portato motivazioni convincenti, con argomenti da parte di Vivendi “che si basano molto di più su affermazioni pretestuose, disclosure parziale e prospettive a propria discolpa piuttosto che su fatti oggettivi”.

In Borsa alle ore 10,33 le azioni Telecom Italia segnano +1,26% a 53 centesimi esatti.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura