Mar 22 Ottobre 2019 — 14:41

Banco Bpm e Ubi, la Borsa crede alla possibile fusione



L’attuale congiuntura, con tassi d’interesse più bassi e più a lungo del previsto, incoraggia le fusioni per ottenere sinergie di costi e ricavi

Ubi Banco Bpm news

La Borsa brinda alla possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi Banca, continuando a premiare i rispettivi titoli all’indomani delle aperture del ceo Giuseppe Castagna, che si conferma determinato nel perseguire il suo ideale di una grande banca del Nord.

Fusione tra Banco Bpm Ubi, la Borsa ci crede

“Abbiamo sempre detto che guardiamo a un tessuto imprenditoriale che è particolarmente forte nel Nord Italia, quindi è ovvio che è un’operazione che ha sicuramente un senso, come hanno senso altre operazioni”: sono queste le parole che hanno rimesso la speculazione. Anche se Castagna ha precisato che al momento “non abbiamo alcuna iniziativa da intraprendere”.

Il dossier non è aperto, quindi, ma potrebbe esserlo molto presto. E di certo i manager di Banco Bpm e Ubi hanno fatto i loro conti, così come la schiera di potenziali advisor che sgomitano per entrare a far parte dell’operazione.

Inoltre l’attuale congiuntura, con tassi d’interesse più bassi e più a lungo del previsto, incoraggia le fusioni per ottenere sinergie di costi e ricavi. Morgan Stanley ha ipotizzato per i due istituti combinati un taglio alle spese nell’ordine del 30%, pur aggiungendo che per il nuovo gruppo potrebbe rendersi necessario un aumento di capitale fino a 2 miliardi di euro.

banco bpm castagna

Il ceo di Banco Bpm, Giuseppe Castagna

Grande banca del Nord

Per quanto riguarda la presenza sul territorio, la rete commerciale di Banco Bpm è particolarmente estesa nel Nord Est (231 filiali), seguono Emilia Romagna e Toscana, Liguria. Ubi punta anche al versante adriatico, che assieme al Sud conta oltre 500 filiali.

In Piemonte Banco Bpm prevale nelle province di Novara e di Torino, mentre Ubi è radicata a Cuneo, dove è il primo gruppo con una novantina di sportelli.

In Lombardia, dove entrambe le banche hanno il cuore delle loro operazioni, vengono ipotizzate sovrapposizioni nelle province di Varese e di Bergamo, dove il nuovo soggetto occuperebbe quasi metà del mercato, a Milano circa un quarto.

Lo stesso Banco Bpm, si ricorda, è nato recentemente (nel 2017) dalla fusione tra la Banca Popolare di Milano e il Banco Popolare.

In Borsa alle ore 11,13 le azioni Banco Bpm segnano +3,95% a 1,948 euro; Ubi +3,46% a 2,665 euro.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura