Finanzareport.it | Banche, più interessi sui conti correnti o rischio tassa extraprofitti - Finanza Report

Mer 21 Febbraio 2024 — 21:47

Banche, più interessi sui conti correnti o rischio tassa extraprofitti



Sul comparto intanto continuano a pesare le incertezze sull’outlook economico e oggi anche le previsioni deludenti di Commerzbank

banche

Banche di nuovo sotto tono oggi a Piazza Affari: il comparto sconta prese di beneficio dopo i recenti rialzi legati anche alle brillanti trimestrali, mentre l’outlook economico si fa sempre più incerto come hanno dimostrato gli ultimi indicatori macro. I ribassi interessano tutta Europa, anche in scia ai conti di Commerzbank che ha deluso proprio sul fronte delle previsioni. Al tempo stesso in Italia le banche scontano anche le nuove ipotesi di una tassa sugli extraprofitti degli istituti di credito.

L’ipotesi di una tassa sugli extraprofitti delle banche italiane è riaffiorata dopo alcune parole pronunciate dal ministro dell’economia Giancarlo Giorgetti, che ha ricordato come le banche stiano ampiamente beneficiando dei rialzi dei tassi, in termini di ricavi, ma siano in ritardo nell’applicare gli stessi tassi per remunerare i depositi della clientela.

I conti correnti invece vengono erosi dall’inflazione. Secondo alcuni calcoli, basterebbe applicare il tasso del mercato monetario, almeno il 2%, sui 1.369 miliardi giacenti nei conti bancari, per mettere 30 miliardi nelle “tasche” degli italiani.

Sul tema intervengono gli analisti di Intermonte, secondo cui siamo in presenza di “una sorta di moral suasion da parte delle autorità che spinge le banche ad alzare i tassi sui depositi in modo che diventino più remunerativi”. Ma c’è anche il rischio “dell’introduzione di una windfall tax simile a quella spagnola, che colpisce i ricavi complessivi delle banche e ne preleva il 4,8% come base per la tassazione”. Secondo calcoli preliminari del broker, “una tassa di questo tipo potrebbe avere un impatto negativo sugli utili 2023 delle banche pari a circa il 5% medio”.

A fine mattinata sulla Borsa di Milano Mps, Banco Bpm e Bper cedono oltre 1 punto percentuale, fra le altre, mentre le big Unicredit e Intesa Sanpaolo (-0,68%) limitano i cali a circa mezzo punto percentuale, con il Ftse Italia Banche a -0,76%; a Francoforte Commerzbank cede circa il 7%, mentre l’Euro Stoxx Banks perde lo 0,2%.

trading online raccomandazioni 21-02-2024 — 03:55

Raccomandazioni dei broker del 21 febbraio 2024

Ecco le principali indicazioni odierne dei broker

continua la lettura
Telegram Finanza Report