Dom 21 Luglio 2019 — 11:56

Saipem, rimbalza in Borsa dopo maxi commessa in Arabia Saudita



Doppio contratto per complessivi 3,5 miliardi di dollari dal colosso Saudi Aramco. Buone notizie anche dal Messico

Saipem news

Azioni Saipem in buon recupero oggi in Borsa all’indomani di una seduta negativa (-3,2%) che non ha tenuto conto nemmeno dell’annuncio arrivato a pomeriggio inoltrato di una maxi commessa in Arabia Saudita per 3,5 miliardi di dollari (oltre 3 miliardi di euro).

Saipem, maxi commessa in Arabia Saudita

Il mercato tuttavia premia questa mattina il titolo con un rialzo di oltre il 2%, recuperando in parte il terreno perduto ieri, in linea con il comparto dei servizi petroliferi, dopo un report negativo di Credit Suisse sul settore.

Saipem in particolare fa un deciso passo avanti nella costruzione del suo portafoglio ordini, grazie ai due contratti assegnati dal colosso Saudi Aramco alla divisione E&C Onshore in Arabia Saudita. Si tratta di due progetti di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e installazione, che riguardano lo sviluppo di alcune strutture a terra funzionali ai giacimenti di gas Berri e Marjan, entrambi situati nel Golfo Arabico.

“L’acquisizione di questi nuovi complessi contratti testimonia l’evoluzione della nostra storica relazione con Saudi Aramco e conferma il posizionamento strategico di Saipem in Medio Oriente”, il commento dell’ad di Saipem, Stefano Cao.

Buone notizie anche dal Messico

Buone notizie sono in arrivo però anche dal Messico, dove Saipem avrebbe superato la seconda fase della gara per la
costruzione della raffineria Dos Bocas, uno dei più grandi impianti energetici del Paese, che avrà una capacità di trattamento di 340 mila barili al giorno e che dovrebbe assorbire un investimento totale stimato intorno ai 9
miliardi di dollari. Lo scrive oggi il quotidiano Milano Finanza.

In gara nel Messico, oltre Saipem, vi sarebbero anche Fbr, Wood Group e Ica Fluor.

In Borsa alle ore 10,08 le azioni Saipem segnano +2,48% a 4,43 euro.

pirelli tronchetti provera 19-07-2019 — 11:05

Pirelli, Tronchetti Provera alla guida fino al 2023

Verso il rinnovo dei patti con ChemChina, sarebbe inoltre vicina l’attesa integrazione tra Prometeon e la cinese Aeolus nei pneumatici industriali

continua la lettura