Mer 30 Settembre 2020 — 16:31

Axa: impatto Covid, dimezza il dividendo



La cedola potrebbe essere reintegrata nel quarto trimestre. Intanto previsto impatto di 1,5 miliardi sul risultato operativo 2020

Axa ha annunciato oggi la sua decisione di ridurre la proposta di dividendo 2020, a valere sull’esercizio 2019, al fine di preservare la liquidità nel contesto della pandemia di coronavirus. Inoltre Axa ha aggiornato le proprie stime sull’impatto del Covid, con i costi relativi al settore danni attesi a 1,2 miliardi.

Axa, impatto Covid

Il gruppo assicurativo francese prevede un impatto complessivo di 1,5 miliardi di euro della pandemia di covid sul suo utile operativo 2020, principalmente legato alle assicurazioni su perdite operative e annullamento di eventi.

Axa, che ha chiuso il 2019 con un utile operativo di 6,5 miliardi, stima il costo totale dei sinistri relativi all’emergenza Covid-19 in 1,2 miliardi di euro “al netto delle imposte e al netto della riassicurazione”, mentre non si nota alcuna deviazione significativa nel settore vita.

A pesare per ulteriori 0,3 miliardi sono le misure di solidarietà messe in campo dalla società.

Axa taglia dividendo

Il gruppo assicurativo ha proposto di ridurre il dividendo a 0,73 euro per azione contro 1,43 euro inizialmente previsti.

Se le condizioni di mercato e regolamentari risulteranno più favorevoli, nel quarto trimestre, il consiglio di amministrazione prenderà in considerazione l’offerta di un pagamento aggiuntivo agli azionisti fino a 0,70 euro per azione, precisa Axa.

La decisione segue le raccomandazioni dell’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni (Eiopa) e dell’Autorità di controllo e risoluzione delle crisi prudenziali (Acpr), pronunciatesi per un approccio cauto nella distribuzione dei dividendi.

Il mercato in generale accoglie positivamente le indicazioni odierne e a metà mattina sulla Borsa di Parigi le azioni Axa balzano di quasi l’8%.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura