Lun 08 Agosto 2022 — 03:40

Borsa italiana oggi: Carige, Generali, Stellantis, Seco, Ivs, Promotica



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in deciso calo, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,81% a 27.954 punti). La Borsa italiana, che ha messo a segno il quarto rialzo di fila, è stata trainata da acquisti su Iveco, Pirelli e Stellantis.

In serata le minute della Fed hanno portato scompiglio sui mercati finanziari. I verbali hanno confermato l’intenzione dei membri del Fomc di alzare tre volte i tassi d’interesse nel 2022, mentre sarà accelerata la riduzione (tapering) del programma di acquisti di bond della banca centrale americana. Tuttavia è stato introdotto un nuovo elemento di preoccupazione per gli investitori e cioè il probabile avvio della riduzione del bilancio della Federal Reserve (circa 9 trilioni di dollari) che secondo un’ampia maggioranza del Comitato potrebbe partire dopo il primo rialzo dei tassi. Wall Street è precipitata.

Sul fronte coronavirus, nuovo decreto in Italia che prevede in sostanza l’obbligo vaccinale per chi ha superato i 50 anni, mentre sarà richiesto il green pass per accedere a una serie di servizi fra cui le banche.

L’agenda macro prevede oggi alcuni dati fra cui l’inflazione tedesca di dicembre e negli Stati Uniti i sussidi di disoccupazione.

I future Usa trattano questa mattina in rosso.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -2,88% a 28.487 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si ritira sotto quota 1,13; il petrolio arretra con il Brent a 80 dollari e il Wti a 77 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in forte calo: Dow Jones -1,07% a 36.407 punti, S&P 500 -1,94% a 4.700 punti, Nasdaq -3,34% a 15.100 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, dove si attende una giornata difficile in scia ai mercati internazionali, occhi puntati comunque su Carige dopo che il Crédit Agricole avrebbe presentato un’offerta al Fitd per la banca ligure. L’offerta dei francesi, che arriva dopo l’acquisizione del Creval, si contrapporrebbe a quella di Bper, che ha proposto al Fitd di rilevare la sua quota per un euro dopo una ricapitalizzazione da un miliardo a carico del Fondo. Anche l’Agricole, secondo i rumors, metterebbe sul piatto 1 euro e chiederebbe una dote da 700 milioni.

Possibili spunti su Generali dopo che la compagnia ha rilasciato un aggiornamento sul patto parasociale che riunisce la Delfin di Leonardo Del Vecchio, alcune società del gruppo Caltagirone e Fondazione Crt. In particolare, ad oggi, le società del gruppo Caltagirone si attestano al 7,978%, Delfin al 6,618% e Fondazione Crt all’1,538%. In totale il patto raggiunge il 16,133% del capitale di Generali, vicino al 17,22% dei diritti di voto su cui potrà contare Mediobanca nell’assemblea di fine aprile per il rinnovo dei vertici.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Rbc hanno avviato la copertura su Stellantis con rating sector perform e un target price di 17 euro inferiore agli attuali corsi azionari.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, la controllata di Seco Fannal Electronics ha ricevuto un ordine per complessivi 5,8 milioni di dollari da un fornitore basato negli Usa, per la fornitura di circa 130.000 touchscreen.

Ivs Group, attiva nella gestione di distributori automatici e semiautomatici per bevande e snack, ha rilevato il 75,8% di GeSA, operatore nel settore del vending. Prezzo 84 milioni di euro soggetto ad aggiustamento al closing. L’acquisto della partecipazione, unitamente alla quota del 24,2% circa di GeSA detenuta dal Gruppo Liomatic, con cui Ivs Group ha firmato a fine ottobre 2021 un accordo analogo, consentirà di raggiungere il pieno controllo anche di GeSA. La struttura dell’operazione prevede che i venditori del 75,8% di GeSA reinvestano il 75% del corrispettivo pattuito in Ivs Partecipazioni (controllante di Ivs con il 62,15%), di cui diventeranno azionisti con il 10-11%. Ivs finanzierà l’acquisto della quota con nuovi mezzi propri, incrementando l’importo dell’aumento di capitale da circa 100 milioni già previsto per l’acquisizione di Liomatic.

Su Euronext Growth, da segnalare che Giochi Preziosi acquisirà da Dieci Sette Srl 500.000 azioni Promotica, pari a circa il 3,1% del capitale, a un prezzo di 3 euro per azione. Il titolo ha chiuso ieri a 3,17 euro.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura