Mer 21 Agosto 2019 — 18:54

Alitalia: ultimi giorni per avviare trattativa con Atlantia



Tra i fronti aperti spicca la procedura di revoca della concessione ad Autostrade avviata dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova

alitalia news

I prossimi giorni saranno decisivi per decidere l’eventuale investimento di Atlantia in Alitalia, ipotesi non del tutto tramontata in quanto sarebbe l’ultima via percorribile per salvare la compagnia tricolore. La cordata finora messa assieme dalle Fs arriva appena al 60%. Alla holding dei Benetton sarebbe richiesto un intervento da circa 300 milioni. Il tempo stringe, poiché incombe la scadenza del 30 aprile per la presentazione dell’offerta vincolante da parte delle Fs. L’alternativa è la liquidazione.

La stessa scadenza del 30 aprile potrebbe essere comunque prorogata per consentire l’avvio di un tavolo delle trattative con Atlantia. Dalla holding infrastrutturale non è arrivata una totale chiusura. La scorsa settimana, nell’assemblea che lo ha riconfermato, l’ad Giovanni Castellucci ha detto che “non c’è nulla: il cda non ha mai affrontato questo tema”. Poi ha spiegato: “Essendo noi come Atlantia azionisti dell’hub dove Alitalia opera (Fiumicino cioè Aeroporti di Roma, ndr), speriamo che venga rilanciata, salvata e ristrutturata per poter competere, ma dall’altro lato abbiamo talmente tanti fronti aperti in questo momento”, che aprirne uno in più “non ce lo possiamo permettere in questo momento”.

I fronti aperti sono innanzitutto la procedura di revoca della concessione ad Autostrade, avviata dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova, su cui Aspi dovrà rispondere entro il 3 maggio; gli investimenti bloccati al ministero dei Trasporti per 4,9 miliardi (fra cui Passante di Bologna e Gronda); lo schema proposto per le nuove tariffe autostradali.

La palla è ovviamente nel campo della politica, che oltretutto punta a chiudere entro le elezioni di fine maggio e evitare passi falsi su un dossier come quello di Alitalia che riguarda 11mila posti di lavoro e vede già i sindacati in allerta.

Il tema potrebbe essere già discusso oggi in Cdm. La Lega avrebbe dato il suo benestare, mentre il M5s dovrà trovare un difficile punto di equilibrio tra la guerra dichiarata alla concessionaria autostradale dopo il crollo del Ponte Morandi e la necessità di chiudere il salvataggio, dato più volte per scontato dal vice premier nonché attuale leader dei 5 Stelle, Luigi Di Maio.

Il prossimo 26 aprile si riunirà inoltre il cda di Atlantia e il giorno successivo si terrà un vertice a Palazzo Chigi convocato dal premier Giuseppe Conte con i due vice premier (Di Maio e Salvini) e i ministri interessati al dossier. Lunedì 29 aprile si riunirà il cda delle Ferrovie dello Stato, alla viglia della scadenza per l’offerta.

In Borsa intanto alle ore 10,30 le azioni Atlantia scambiano in leggero rialzo con un +0,09% a 22,93 euro.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura