Mer 08 Dicembre 2021 — 13:32

Webuild apre a nuovi soci?



Il gruppo, ben posizionato per beneficiare del Pnrr, punterebbe a sostenere il flusso di investimenti

webuild astaldi

Webuild sarebbe a caccia di nuovi soci. Lo scrive oggi MF-Milano Finanza, citando fonti di mercato.

Il gruppo è ben posizionato per beneficiare del Pnrr e intanto quest’anno ha fatto il pieno di ordini e contratti, mentre il titolo è quasi raddoppiato in Borsa.

Tuttavia, fanno notare le fonti, il settore infrastrutturale è per definizione a rischio investimenti, soprattutto quando legato alle lungaggini della burocrazia. In questo contesto sarebbe maturata l’idea di far entrare nuovi capitali in società, anche se non sembra che ci siano operazioni già approvate o in via di definizione.

Webuild potrebbe quindi aprire a nuovi soci.

Il cosiddetto Progetto Italia ha portato nei mesi scorsi all’integrazione di Astaldi all’interno di Webuild (ex Salini Impregilo), operazione che ha dato vita a un gruppo da 6,4 miliardi di fatturato con un portafoglio ordini complessivo di 41,7 miliardi.

Attualmente l’azionariato di Webuild vede Pietro Salini con il 45,21%, Cassa Depositi e Prestiti con il 18,68%; sono poi azionisti Unicredit e Intesa Sanpaolo rispettivamente con il 5,37% e 4,77%.

In Borsa il titolo da inizio anno ha messo a segno un rialzo di circa il 90%, portando la capitalizzazione sopra 2 miliardi.

Alle ore 10,40 le azioni Webuild segnano +1,76% a 2,198 euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura