Mer 17 Luglio 2019 — 15:48

Unicredit studia cessione di asset in Austria per 400 milioni



L’advisor Hsbc ha avviato contatti con alcuni soggetti interessati alla divisione carte di credito della controllata Bank Austria. Oggi ultimo cda dell’anno

Unicredit studia la cessione di asset austriaci, fra cui la divisione carte di credito della controllata Bank Austria valutata 400 milioni.

L’indiscrezione è riportata da Bloomberg, mentre il tema potrebbe essere fra quelli in discussione oggi nell’ultimo cda dell’anno.

La banca milanese, coadiuvata dall’advisor Hsbc, avrebbe avviato contatti con alcuni soggetti interessati alla divisione, denominata Card Complete Service Bank e valutata appunto intorno ai 400 milioni di euro.

La mossa rientrerebbe nelle misure “a protezione del capitale” preannunciate dall’ad Jean Pierre Mustier in occasione dell’ultima trimestrale. Fra queste alcune “cessioni di attività immobiliari” oltre a una riduzione di circa il 35% nella “sensitivity” del Cet1 ai Btp spread.

Fra gli altri dossier aperti, nei giorni scorsi si era parlato di una possibile accelerazione sulla vendita di un portafoglio di immobili da circa 500 milioni.

In Borsa intanto alle ore 9,19 Unicredit segna +3,09% a 11,136 euro, in una nuova giornata di recupero per il comparto bancario con la discesa dello spread.

carige news piano 17-07-2019 — 10:09

Carige, arriva nuovo piano: utile nel 2022, banca più leggera

Prevista una forte riduzione dei crediti deteriorati, al punto che l’Npe ratio lordo crollerebbe sotto il 5%

continua la lettura