Mar 18 Giugno 2019 — 09:46

Unicredit: patteggia mega multa ma brinda in Borsa



La banca prudenzialmente ha accantonato a bilancio 300 milioni in più rispetto all’importo della multa: il gruppo si attende così un impatto positivo sul Cet1 di circa 8,5 punti base

Unicredit news

Multa salata negli Usa per Unicredit e le sue filiali tedesca e austriaca: 1,3 miliardi di dollari (pari a circa 1,2 miliardi di euro) il conto complessivo per la violazione delle sanzioni all’Iran. Una cifra, quella patteggiata con le autorità americane, che si confronta con attese per 900 milioni di dollari, ma che risulta coperta interamente da massicci accantonamenti. Non solo. La banca prudenzialmente ha accantonato a bilancio 300 milioni in più rispetto all’importo della multa: il gruppo si attende così un impatto positivo sul Cet1 di circa 8,5 punti base.

In proposito, una nota di Unicredit spiega: “Le somme dovute da ciascuna delle Banche sono interamente coperte dagli accantonamenti stanziati e, conseguentemente, l’ammontare oggetto dell’accordo transattivo finale porterà
ad una liberazione delle risorse accantonate nel primo trimestre del 2019 a livello di Gruppo, con un impatto positivo sul conto economico, al netto delle tasse, pari a circa €300 milioni e avrà un’ulteriore impatto positivo sul ratio CET1 di Gruppo pari a circa +8,5 bps, in coerenza con quanto UC ha comunicato in occasione della presentazione dei risultati del Gruppo relativi al terzo trimestre 2018 e al quarto trimestre 2018”.

Per gli analisti di Equita la notizia è “complessivamente positiva per il titolo” in quanto “viene risolta definitivamente una querelle durata anni evitando il rischio di ulteriori accantonamenti e impatti negativi a capitale”.

Unicredit prosegue dunque l’andamento positivo dei giorni scorsi, giustificato anche dalle nozze probabilmente sfumate con Commerzbank, benché quest’ultima ma non abbia trovato ancora un accordo per la fusione con Deutsche Bank.

Alle ore 10,37 le azioni Unicredit segnano in Borsa un progresso dell’1,54% a 12,674 euro, sempre sui massimi dell’anno. Il Ftse Mib avanza di circa lo 0,2%.

fca renault 17-06-2019 — 10:11

Fca, riaperte le trattative per la fusione con Renault?

Indiscrezioni su colloqui dell’ad Manley a Parigi. Sul tavolo la quota del governo francese e i rapporti con Nissan

continua la lettura