Mer 08 Dicembre 2021 — 13:19

Unicredit, nel piano di Orcel una trasformazione multicanale



Le ultime indiscrezioni parlano di una piattaforma con un’offerta integrata, in cui tutti i canali (sportello fisico, mobile, sito web, call center) saranno interscambiabili e abilitati ad offrire l’intera gamma di servizi e prodotti

Andrea Orcel unicredit piano

Unicredit non ferma il cantiere del nuovo piano industriale, il primo firmato dal ceo Andrea Orcel. E arrivano ulteriori indiscrezioni.

Unicredit, in piano piattaforma multicanale

Dopo le voci su una revisione delle partnership multiple su assicurazioni e risparmio gestito (in particolare Amundi) il Sole 24 Ore parla oggi di “una nuova piattaforma di banca, che offra servizi e prodotti alla clientela, anche dei partner assicurativi e del risparmio gestito, su tutti i canali, da quello digitale a quello fisico”.

Il modello multicanale uno degli architravi del nuovo piano industriale a cui sta lavorando Unicredit, e la cui presentazione è prevista a novembre, nonostante le incertezze sulla potenziale acquisizione di Mps che nelle ultime ore hanno innervosito il mercato.

Le trattative tra Unicredit e il Tesoro sono state prorogate solo ufficiosamente, con alcuni nodi in sospeso, e la concomitanza delle elezioni suppletive a Siena non è certamente d’aiuto.

Unicredit accelera su digitalizzazione

Il nuovo piano Unicredit sarà comunque improntato alla digitalizzazione che toccherà la banca “dalle fondamenta fino ai livelli più alti della nostra organizzazione”, come ha spiegato lo stesso Orcel in una recente lettera ai dipendenti nei giorni scorsi. Una trasformazione affidata alla nuova Group digital & information officer, la cinese Jingle Pang.

In virtù delle prime ricognizioni, secondo le indiscrezioni riportate dal giornale, sarebbero già stati individuati alcuni obiettivi di fondo che saranno trasferiti nel piano. Tra questi c’è anzitutto l’idea di trasformare la banca, oggi ancora basata su un modello tradizionale con canali sostanzialmente separati tra loro, in una piattaforma con un’offerta integrata, in cui tutti i canali (sportello fisico, mobile, sito web, call center) saranno interscambiabili e abilitati ad offrire l’intera gamma di servizi e prodotti, senza alcuna distinzione, così da garantire a tutti i clienti la stessa customer experience.

In Borsa il titolo rimbalza all’indomani della seduta di vendite che ha investito i mercati internazionali: alle ore 9,38 le azioni Unicredit segnano +1,18% a 10,31 euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura