Mer 30 Settembre 2020 — 16:46

Unicredit colloca bond da 1 miliardo di dollari



Emissione senior non preferred. Le obbligazioni pagano una cedola fissa in dollari pari al 2,569% per i primi 5 anni

unicredit crediti deteriorati

Unicredit ha collocato con successo un bond senior non preferred a 6 anni da 1 miliardo di dollari. Il titolo è callable a partire dal 22 settembre 2025.

Unicredit, bond da 1 miliardo di dollari

Le obbligazioni pagano una cedola fissa in dollari pari al 2,569% all’anno per i primi 5 anni, con pagamento semestrale, equivalente a uno spread pari a 230 punti base sul tasso del Treasury a 5 anni.

Se non richiamate dall’emittente, la cedola verrà rideterminata in base al
tasso dello US Treasury a 1 anno maggiorato di uno spread pari a 230 punti base.

L’emissione, spiega una nota, consente a Unicredit di anticipare l’esecuzione del piano di funding ai fini Tlac previsto
per l’anno prossimo, “e conferma ancora una volta l’apprezzamento da parte degli investitori e la capacità di accesso al mercato in formati differenti da parte di UniCredit, nonostante la recente
volatilità dei mercati post Covid-19”.

Rendimento

Sul fronte del rendimento la guidance iniziale di 260 punti base sul Treasury a 5 anni ha registrato in seguito un
miglioramento di 30 punti base. Lo spread di emissione finale è stato quindi fissato a T +230 punti base, equivalente a +195 punti base sopra il tasso swap a 5 anni in euro.

L’emissione ha attratto una domanda complessiva pari a circa 4 miliardi di dollari, dei quali 1 miliardo già nella prima ora dall’apertura del processo di book building, con ordini da oltre 170
investitori globali: 76 per cento Nord America, 23 per cento Europa, 1 per cento Medio Oriente.

Istituzionali

Le obbligazioni sono state distribuite a diverse categorie di investitori istituzionali quali fondi (60 per
cento), assicurazioni/fondi pensione (15 per cento), hedge funds (13 per cento), banche centrali/official institutions (8 per cento) e banche/private banks (3 per cento).

Citi, Goldman Sachs, JP Morgan, Morgan Stanley, UniCredit Bank AG e Wells Fargo hanno curato il collocamento ricoprendo il ruolo di joint bookrunner.

Rating attesi: Baa2 (Moody’s) / BBB- (S&P) / BB+ (Fitch). La data di regolamento è prevista per il 22 settembre 2020.

In Borsa alle ore 9,19 le azioni Unicredit segnano -0,25% a 7,93 euro.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura