Ven 23 Aprile 2021 — 07:56

Unicredit cede crediti Utp a Illimity, Intesa Sanpaolo Npl a Banca Ifis



Proseguono le pulizie di bilancio in un momento cruciale per le banche italiane alle prese con il potenziale impatto del Covid-19

unicredit intesa sanpaolo npl

Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno ceduto oggi portafogli di Utp e Npl rispettivamente a Illimity Bank e Banca Ifis, proseguendo le pulizie di bilancio in un momento cruciale per le banche italiane alle prese con il potenziale impatto del Covid-19 sui propri bilanci.

Unicredit cede crediti Utp a Illimity

La prima operazione, annunciata in mattinata, ha visto Unicredit cedere pro-soluto a Illimity un portafoglio di crediti unlikely to pay (inadempienze probabili) derivanti da contratti verso clientela del segmento piccole e medie imprese italiane per 153 milioni.

Questa acquisizione, spiega Illimity in una nota, rappresenta la seconda tranche di una operazione complessiva pari a 600 milioni di euro di valore nominale lordo in fase di perfezionamento progressivo (dopo una prima tranche conclusa a fine ottobre pari a 81 milioni di euro) e composto prevalentemente da crediti classificati a Utp con un taglio medio di circa 1,3 milioni di euro verso circa 450 controparti unicamente corporate (afferenti al segmento delle Pmi italiane) e attive in diversi settori tra cui principalmente food & beverage, energy & utilities, real estate e costruzioni.

A conclusione di questa operazione, il valore lordo complessivo dei crediti distressed acquistati da Illimity salirà a 7,7 miliardi di euro, di cui 1,7 miliardi relativi a posizioni Utp.

Intesa Sanpaolo, portafoglio di Npl a Banca Ifis

Banca Ifis ha invece finalizzato con il Gruppo Intesa Sanpaolo un’operazione di acquisto di crediti deteriorati unsecured per complessivi 553 milioni di euro di valore nominale. Il portafoglio è composto da circa 65 mila crediti vantati verso debitori appartenenti al segmento consumer e, nello specifico, derivanti prevalentemente da contratti di prestito personale (90%), prestito auto e prestito finalizzato (10%). “Grazie a questa nuova e importante operazione, Banca Ifis raggiunge i 2,2 miliardi di euro in termini di acquisti complessivi di crediti non performing da inizio anno”, sottolinea in una nota Katia Mariotti, responsabile Direzione Centrale Npl di Banca Ifis.

In Borsa a metà pomeriggio le “big” Unicredit e Intesa Sp consolidano con ribassi di circa 1 punto percentuale, Banca Ifis +2,5%, azioni Illimity a +1,5% nel giorno in cui sono stati diffusi anche conti positivi dei primi 9 mesi dell’anno.

22-04-2021 — 10:06

Credit Suisse chiude trimestre in profondo rosso dopo caso Archegos

La perdita è meno forte delle attese, ma il regolatore apre un’indagine. Via a due bond convertibili. Il titolo perde terreno sulla Borsa di Zurigo

continua la lettura