Lun 08 Agosto 2022 — 04:02

Ubs crolla a Zurigo dopo risultati deludenti



La principale banca svizzera punta il dito contro le turbolenze dei mercati finanziari che hanno impattato in particolare le attività di investment banking e gestione patrimoniale

banche analisti ubs

Le azioni Ubs scivolano alla Borsa di Zurigo dopo risultati del secondo trimestre 2022 inferiori alle attese degli analisti.

La principale banca svizzera punta il dito contro le turbolenze dei mercati finanziari che hanno impattato in particolare le attività di investment banking e gestione patrimoniale.

L’utile netto di Ubs nei tre mesi chiusi a giugno è cresciuto a 2,1 miliardi di dollari, in rialzo del 5% rispetto ai 2,0 miliardi dell’anno prima, ma meno dei 2,4 miliardi del consensus compilato dalla banca in un panel di 19 broker.

I ricavi nella trimestrale Ubs hanno segnato 8,917 miliardi di dollari, in calo da 8,976 miliardi e meno dei 9,315 miliardi previsti.

Il ceo Ralph Hamers ha parlato di “uno dei periodi più difficili per gli investitori negli ultimi dieci anni”.

La banca di investimento in particolare ha registrato un calo dei ricavi del 14% a 2,1 miliardi di dollari da 2,5 miliardi e contro attese per 2,3 miliardi di dollari.

Il wealth management ha visto un calo dei ricavi da 4,8 a 4,7 miliardi, meno dei 4,8 miliardi previsti, per effetto di commissioni più basse e di una frenata dell’attività nelle Americhe e in Asia; deflussi a 12 miliardi, principalmente dall’azionario.

A un’ora dall’avvio delle contrattazioni Ubs cede un -6,5% a 15,105 franchi svizzeri.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura