Mar 22 Ottobre 2019 — 14:41

Ubi-Banco Bpm, le fondazioni studiano la possibile fusione



Indiscrezioni su un vertice tra fondazioni piemontesi in calendario il prossimo 10 luglio ad Alessandria

Ubi Banco Bpm news

Torna sotto i riflettori la possibile fusione tra Banco Bpm e Ubi, un progetto senz’altro accarezzato dai vertici dei rispettivo istituti di credito, che tuttavia non hanno aperto per il momento alcun specifico dossier. Ma in futuro, secondo gli analisti, potrebbero farlo.

Ubi-Banco Bpm, le fondazioni discutono gli effetti di una fusione

Gli effetti di una possibile combinazione Ubi-Banco-Bpm, secondo un’indiscrezione citata nel fine settimana da Milano Finanza, dovrebbero essere fra i temi di un vertice tra fondazioni piemontesi in calendario il prossimo 10 luglio ad Alessandria.

Al vertice, scrive il giornale, dovrebbero partecipare Giandomenico Genta, presidente della fondazione Cr Cuneo (primo socio italiano di Ubi col 5,9%), e Giovanni Quaglia, numero uno della Crt (azionista all’1% del Banco Bpm) oltre agli stessi vertici del Banco Bpm.

Obiettivo, valutare consenso alle nozze sul territorio

Di certo le possibili nozze tra le due banche del nord sono da tempo osservate speciali dagli analisti e dagli advisor che potrebbero entrare in partita. Né le due banche hanno mai smentito i diversi rumors, come quelli circolati in occasione della recente assemblea di Banco Bpm, in cui l’ad Giuseppe Castagna ha detto: “Se volessimo competere con le due banche grandi (Intesa Sanpaolo e Unicredit, ndr) dovremmo farlo sui territori su cui siamo già parecchio forti ed è lì che pensiamo di rinforzarci”.

Le potenziali sinergie sono evidenti. Difficile comunque che il vertice tra fondazioni segni l’avvio di una
trattativa. Le fondazioni vogliono semmai capire l’impianto e le conseguenze di una possibile operazione per valutarne il livello di consenso su uno dei territori di riferimento.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura