Lun 19 Agosto 2019 — 23:40

Tiscali punta sul rilancio e per il Ceo non è in vendita



L’ad Kossuta esprime fiducia sul rilancio dell’operatore sardo anche grazie all’accordo con Fastweb. A breve l’intesa con le banche sulla ristrutturazione

Tiscali

Titolo Tiscali ben intonato a Piazza Affari in scia alle indicazioni emerse da un’intervista concessa dall’amministratore delegato Alex Kossuta al Sole 24 Ore.

Il manager ha infatti messo in chiaro come la società sarda, attualmente controllata dai fondi russi Sova e Ict Group, non sia “in vendita” e anzi ora punti al rilancio “forte di un piano industriale” che prevede al 2021 “quasi un milione di clienti dagli attuali 650 mila, nei tre segmenti di mobile, fisso e fixed wireless access. E l’ultrabroadband inciderà per oltre il 70%”.

Per Kossuta, dunque, “ci sono le condizioni per parlare di sviluppo ora che tutte le tessere sono al loro posto” e nelle prossime settimane sarà anche firmato l’accordo con le banche sul piano di ristrutturazione”

La fiducia del manager trova sostegno nell’operazione Fastweb, annunciata a luglio, chiusa a metà novembre e diventata uno “spartiacque” per l’azienda sarda: “per 198 milioni abbiamo ceduto alcuni asset e le frequenze per il 5G. Un’iniezione di fondi basilare”. “Fino ad allora potevamo portare la nostra offerta a 8 milioni di famiglie. Ora, con l’utilizzo che ci viene garantito della loro rete siamo passati a una copertura di 18 milioni di famiglie comprendendo anche i servizi fixed wireles nella aree in digital divide. In questo quadro puntiamo a fornire un servizio ultrabroadband – ricordo che abbiamo anche un accordo con Open Fiber per usare la loro rete – distintivo, migliore degli altri, in grado di ristabilire e ampliare la customer base”, sottolinea ancora Kossuta.

A Piazza Affari le azioni Tiscali mettono a segno, alle 9,28, un rialzo dell’1,36%.