Dom 24 Marzo 2019 — 02:44

Tim, per Gubitosi cedola non nel piano ma è un obiettivo



Il manager si è inoltre detto favorevole alla conversione delle azioni risparmio. Con Vodafone “contiamo di chiudere entro fine 2019 “

tim gubitosi

La futura distribuzione di una cedola da parte di Tim non è nel piano, ma resta un obiettivo. Lo ha detto l’ad Luigi Gubitosi illustrando i dettagli delle nuove strategie di Telecom approvate ieri dal cda.

“In una società normale il ceo completa il proprio mandato, insieme al board ed è capace di pagare dividendo. Quindi questo sarà il nostro obiettivo”, ha detto fra l’altro Gubitosi. “Non sono certo che nell’arco del piano sia possibile raggiungere il livello investment grade, non stiamo quindi pensando di pagarli attualmente ma cercheremo di accelerare il deleverage e l’obiettivo finale è ricominciare a distribuire i dividendi”.

Il manager si è inoltre detto favorevole alla conversione delle azioni risparmio, pur nel rispetto della decisione che spetterà all’assemblea.

A proposito delle trattative con Open Fiber l’ad di Tim ha confermato che tutte le opzioni sono aperte, spiegando che “vorremmo creare qualcosa di molto forte, se possibile una vera combinazione di business con Open Fiber”.

Quanto all’accordo con Vodafone, un aspetto del piano che è stato già salutato positivamente dagli analisti, “contiamo di chiudere entro fine 2019 e saremo operativi dal primo gennaio 2020”, ha detto Gubitosi in conference. “Vodafone è stata molto collaborativa sull’accordo e in breve termine siamo arrivati a un memorandum of understanding sulla condivisione della infrastruttura attiva” nel mobile per il 5G in Italia, ha spiegato l’ad di Tim. “Poi lavoreremo anche alla condivisione della infrastruttura passiva di Inwit con Vodafone Italia”.

Né gli effetti legati a una possibile combinazione con Open fiber, né quelli dell’operazione con Vodafone, “sono contenuti nel piano”, ha tenuto a precisare Gubitosi.

Sul fronte Persidera, invece, “speriamo di concludere brevemente con la vendita” dopo la nuova offerta di F2i.

Intanto in Borsa quando manca un’ora alla fine delle contrattazioni, Telecom mette a segno un +2,4% e Inwit prosegue il suo rally con un rialzo del 14%.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura