Mar 28 Giugno 2022 — 23:07

Tim bocciata sul cloud nazionale, vincono Fastweb-Aruba



L’esito è stato reso noto nella serata di ieri dal ministero per l’Innovazione Tecnologica, il titolo non ne risente in Borsa

Tim esclusa dal cosiddetto Cloud nazionale. La gara per il Polo strategico nazionale, che prevede la realizzazione del cloud per la pubblica amministrazione, è stata infatti assegnata al raggruppamento costituito da Aruba e Fastweb.

L’esito è stato reso noto nella serata di ieri dal ministero per l’Innovazione Tecnologica.

Si tratta di un cambio di fronte totale visto che nella prima parte della gara aveva vinto il gruppo costituito da Sogei, Leonardo Cdp Equity e Tim. Ora quest’ultimo raggruppamento – in base alle regole – ha 15 giorni di tempo per poter pareggiare la proposta e vedersi assegnare la gara.

L’offerta con cui la cordata Fastweb-Aruba si è aggiudicata la gara per il Polo strategico nazionale è intorno a 2,7-2,8 miliardi di euro. La basa d’asta, infatti, era di 4,4 miliardi e il ribasso proposto è stato del 39,19%.

La cordata con Tim aveva offerto per la parte economica una percentuale di sconto medio, sui listini posti a base di gara, del 23,36%.

La creazione del Psn è uno dei tre obiettivi fondamentali previsti dalla Strategia Cloud Italia, insieme alla classificazione dei dati e dei servizi pubblici da parte dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale e la migrazione verso il cloud di dati e servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

Le azioni Telecom Italia (Tim) non risentono tuttavia della battuta d’arresto sul cloud: alle ore 10,52 il titolo segna +0,08% a 0,2609 euro cin il Ftse Mib in calo di oltre 1 punto percentuale.

tim labriola 28-06-2022 — 10:02

Tim, 20mila dipendenti confluiranno nella rete: rumors

Indiscrezioni in vista del piano che sarà svelato il 7 luglio

continua la lettura