Ven 27 Maggio 2022 — 13:46

Tim accelera in Brasile su Oi, ma c’è un “caso Labriola”



Il manager al lavoro nel Paese sudamericano mentre in Italia alcune voci mettono in discussione la sua nomina a capo azienda

tim Pietro Labriola

Telecom (Tim) accelera in Brasile sull’acquisizione degli asset di Oi, ma frena in Italia sull’ingresso del dg Pietro Labriola in cda quale nuovo ceo del gruppo. Lo scrive oggi MF-Milano Finanza elencando i diversi dossier aperti – a partire dalla potenziale opa del fondo Kkr, ma anche la revisione degli accordi con Dazn; e appunto la governance.

La chiusura del 2021 lascia Tim con una serie di interrogativi aperti che inevitabilmente la società porterà con sè nel 2022.

Le note liete arrivano invece da Tim Participacoes (Tim Brasil), divisione guidata dallo stesso Pietro Labriola in qualità di amministratore delegato della controllata sudamericana.

Di recente sono stati pubblicati i dati del Ministero delle Comunicazioni brasiliano che negli ultimi 12 mesi ha finanziato il settore delle tlc carioca con 13,5 miliardi di reais (circa 2,1 miliardi di euro).

Le due grandi operazioni cui sta lavorando Tim Brasil sono da una parte l’acquisizione degli asset di telefonia mobile di Oi, assieme a Claro e Vivo, e i lavori per la partenza della tecnologia 5G nel Paese.

Restando all’ex incumbent Oi, secondo i recenti dati dell’Anatel è l’operatore che sta subendo la maggiore emorragia di clienti, sia sul fisso sia sul mobile.

Un andamento che stando alle clausole del contratto potrebbe finire per incidere anche sul prezzo finale degli asset.

In vista dell’operazione, secondo quanto risulta alla stampa brasiliana Tim insieme ai competitor del paese sudamericano starebbe lavorando insieme al Cade (l’Antitrust) per studiare rimedi che consentano il via libera all’operazione, un deal che qualcuno era convinto potesse già concretizzarsi entro la fine del 2021.

Il neo dg Pietro Labriola dovrebbe trascorrere i giorni a cavallo di Capodanno proprio in Brasile, diventata la sua prima casa. Proprio la “questione Labriola”, scrive MF, sarà una di quelle da risolvere quanto prima in Italia. “Chi si aspettava che dopo l’uscita dell’ex ad Luigi Gubitosi il manager a capo del Brasile venisse velocemente inserito in consiglio e nominato nuovo ceo è rimasto deluso e ora c’è chi legge questo tempo di attesa come il dubbio di qualche consigliere sulla sua nomina”.

In Borsa il titolo tratta oggi poco mosso, in linea con l’andamento generale: alle ore 9,28 le azioni Telecom Italia segnano -0,07% a 0,4339 euro.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura