Gio 19 Settembre 2019 — 07:11

Tim a dura prova in Borsa dopo il profit warning



Sconfessati i target del piano, outlook debole fino al primo semestre. In arrivo il piano firmato Gubitosi

Tim News Gubitosi

Telecom apre decisamente negativa in Borsa, dopo alcune difficoltà a entrare in contrattazione, all’indomani del profit warning lanciato dal cda guidato da Luigi Gubitosi.

Il board di Tim, al termine della riunione, ha fornito infatti indicazioni preliminari sui conti del 2018 e sulle aspettative per il 2019: numeri che sconfessano i target del piano industriale.

Il titolo così, che si era risollevato nel corso delle ultime sedute, mentre era sceso nuovamente la scorsa settimana sotto i 50 centesimi, torna al centro di possibili turbolenze.

Più in dettaglio, Tim si aspetta nell’esercizio 2018 un Ebitda consolidato complessivo organico intorno a 8,1 miliardi di euro, mentre quello domestico viene indicato in calo mid single digit (intorno a -5%), contro una previsione del piano Genish di un progresso low single digit.

Inoltre le prime stime per la Business Unit Domestic ipotizzano “un andamento della performance operativa che sconta le dinamiche competitive che hanno impattato l’esercizio 2018 e si prevede influiscano anche sul 2019, in particolare sul primo semestre”. L’indebitamento finanziario netto consolidato rettificato è atteso a circa 25,2 miliardi dopo il pagamento di licenze per 513 milioni.

Ora i risultati definitivi si conosceranno dopo il cda del prossimo 21 febbraio e in quell’occasione, secondo fa sapere la stessa Tim, dovrebbe vedere la luce il piano 2019-2021 firmato dal nuovo ad Gubitosi.

I giudizi degli analisti: Equita taglia il target

Gli analisti di Equita, fra le prime indicazioni giunte dai broker dopo il warning di Tim, hanno provveduto a tagliare il target price sul titolo da 0,64 euro a 0,55 euro (e a 0,48 euro sulle risparmio) pur confermando la raccomandazione buy.

Ora secondo Equita “nelle prossime settimane il focus si sposterà sul nuovo piano (un elemento essenziale per il Ceo e il Cda per avere il supporto degli azionisti) e sull’assemblea di fine marzo. Questi elementi dovrebbero supportare un recupero dopo la notizia negativa di oggi”.

Da parte sua Banca Imi (rating buy, prezzo obiettivo a 0,76 euro) sottolinea un ulteriore aspetto in termini di reazione del mercato: la notizia è giunta particolarmente inaspettata in quanto “la società non ha mai riportato dati preliminari a gennaio né avvisato i mercati sulla decisione di cambiare la sua politica di comunicazione”.

Alle ore 9,22 le azioni Telecom cedono un -8,66% a poco più di 48 centesimi.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura