Lun 19 Agosto 2019 — 23:41

Tenaris: “flash crash” in Borsa, attesa per conti primo trimestre



Sul titolo pesa soprattutto la frenata del petrolio. Il mercato nei primi tre mesi dell’anno si aspetta un utile netto in calo ma ricavi in crescita

Tenaris news

Azioni Tenaris in deciso calo questa mattina in Borsa, con tanto di “flash crash” in avvio di contrattazioni che ha visto il titolo precipitare del 6%, salvo poi recuperare prontamente, pur restando in territorio negativo. Proprio in queste ore il cda del gruppo della famiglia Rocca esamina i conti del primo trimestre, con una conference in programma per domani.

Tenaris, a pesare è soprattutto la quotazione del petrolio

In realtà l’intero settore petrolifero è sotto pressione in Europa: anche Saipem, come Tenaris, cede a Piazza Affari oltre il 2%. Va meglio Eni che contiene il calo a mezzo punto percentuale.

A pesare è la recente frenata del petrolio, con la quotazione del Brent che anche stamani cede oltre 1 punto percentuale a 71 dollari mentre il Wti scende sotto i 63 dollari al barile.

Tenaris, secondo alcuni analisti, pagherebbe anche l’esposizione al Venezuela, paese al centro di nuove tensioni internazionali.

Tenaris, consensus analisti: trimestre luci e ombre

Quanto ai conti, gli analisti si aspettano per il produttore di tubi  un primo trimestre luci e ombre. Le stime di consensus (Bloomberg) indicano un utile netto di 220 milioni di dollari, in calo dai 235 milioni del primo trimestre 2018, su ricavi per 1,97 miliardi da 1,86 miliardi: l’ebitda è visto a 397 milioni da 354 milioni con un margine al 20,2% da 19%; l’ebit a 249 milioni da 212,2 milioni.

Da segnalare che in vista dei conti gli analisti di Mediobanca hanno confermato oggi su Tenaris una raccomandazione outperform con target price di 15,5 euro: Banca Akros ha reiterato il rating accumulate con prezzo obiettivo di 16,50 euro.

In Borsa alle ore 12,10 azioni Tenaris in flessione del 2,63% a 12,055 euro con il Ftse Mib a -0,38%.