Mer 28 Settembre 2022 — 02:13

Stellantis: crollano immatricolazioni, accelera su car sharing



Free2move acquisisce Share Now. Titolo rimbalza in Borsa, per analisti un calo limitato per ricavi del primo trimestre

Azioni Stellantis in recupero a Piazza Affari dopo il -3% della vigilia, nonostante l’ennesimo scivolone per il mercato italiano dell’auto, e con il gruppo guidato da Carlos Tavares che accelera sul car sharing.

Free2move, marchio di mobilità globale parte del gruppo Stellantis, ha annunciato stamani l’acquisizione di Share Now, joint venture costituita nel 2019 da Bmw Group e Mercedes-Benz Mobility.

Stellantis può così rafforzare il posizionamento nel settore della mobilità per raggiungere gli obiettivi del piano strategico decennale Dare Forward 2030, che prevede di far crescere i servizi per la mobilità fino a ricavi netti di 2,8 miliardi di euro, con un primo passo di 700 milioni di euro nel 2025. L’obiettivo di Free2move è arrivare a 15 milioni di utenti attivi entro il 2030 a livello globale.

Per quanto riguarda le immatricolazioni auto di aprile in Italia, il ministero dei trasporti ha registrato una contrazione del 33%, mentre le vendite di Stellantis sono calate di un -41%, con la quota che passa al 35,4% a fronte del 40,3% di aprile dell’anno scorso. Nei quattro mesi le immatricolazioni del gruppo calano del 33,6% sull’analogo periodo del 2021, con la quota che scende da 40,3 al 36,3%.

Secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo, “il forte rallentamento del mercato automobilistico italiano in aprile è parzialmente dovuto al fatto che il piano di incentivi all’acquisto è stato approvato ma non è ancora operativo e anche il mercato francese ha rallentato in aprile, registrando una contrazione complessiva del 24,6%”. Per quanto riguarda Stellantis, “non siamo particolarmente sorpresi dalla contrazione dei volumi in aprile”, mentre “i ricavi e le consegne del primo trimestre sono attesi il 5 maggio e, pur prevedendo un calo a due cifre delle consegne a 1,3 milioni di unità, ci aspettiamo che i ricavi del gruppo limitino il loro rallentamento al 2% a 36 miliardi di euro, grazie a un forte contributo dei prezzi nell’area Nafta e in Europa e a un impatto positivo dei cambi”.

In Borsa alle ore 11,02 Stellantis +2,34% a 12,884 euro.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura