Mer 08 Dicembre 2021 — 14:38

Seco in Borsa il 5 maggio, prezzo Ipo fissato a 3,7 euro



Offerta gestita da Mediobanca e Goldman Sachs. Il gruppo tecnologico approda su Mta

ipo seco

Le azioni Seco sbarcheranno su Mta di Borsa italiana il prossimo mercoledì 5 maggio. Il prezzo dell’Ipo è stato fissato a 3,7 euro. E’ quanto emerge a conclusione dell’offerta riservata agli investitori istituzionali chiusa con una domanda complessiva di oltre 400 milioni di euro.

Seco è un gruppo high tech specializzato nel settore delle tecnologie IoT (Internet of Things) fondato oltre 40 anni fa da Daniele Conti e Luciano Secciani e partecipato dal 2018 dal Fondo Fitec gestito dal Fondo Italiano d’investimento Sgr.

La domanda istituzionale, spiega una nota, è pervenuta da primari investitori esteri ed italiani con un’ampia diversificazione geografica che comprende Regno Unito, Stati Uniti d’America, Italia ed Europa Continentale, ed è stato allocato a Olivetti, società del gruppo Telecom Italia, l’ordine ricevuto di circa 7,5 milioni azioni.

Il prezzo di offerta delle azioni è stato fissato in 3,7 euro per una capitalizzazione di Seco alla data di avvio delle negoziazioni in Borsa che sarà pari a 397,3 milioni.

In base alle richieste pervenute nell’ambito del collocamento istituzionale, sono state assegnate complessive 43.438.950 azioni. Il ricavato complessivo, senza tenere conto dell’eventuale esercizio dell’opzione greenshoe, è pari a 99,9 milioni, spettanti alla società, e 39,9 milioni spettanti complessivamente agli azionisti venditori.

La data di inizio delle negoziazioni delle azioni su Mta e quella di pagamento delle stesse sono previste per il 5 maggio.

Nell’ambito dell’offerta, Goldman Sachs International e Mediobanca agiscono in qualità di joint global coordinator e joint bookrunner.

Mediobanca agisce anche in qualità di Sponsor per l’ammissione a quotazione delle azioni su Mta.

Gli studi Gatti Pavesi Bianchi Ludovici e White & Case operano in qualità di consulenti legali e Value Track in qualità di advisor finanziario. Deloitte & Touche incaricata della revisione legale, si è occupata dei dati contabili riportati nel Prospetto Informativo nonché del sistema di controllo di gestione, mentre Kpmg è stata incaricata di seguire gli aspetti relativi al Piano Industriale ed ai dati extracontabili.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura